Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.381,38
    +220,60 (+0,65%)
     
  • Nasdaq

    13.559,86
    +207,08 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    86,93
    +0,32 (+0,37%)
     
  • BTC-EUR

    33.411,71
    +612,36 (+1,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    846,71
    +4,26 (+0,51%)
     
  • Oro

    1.784,90
    -8,20 (-0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,1147
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    4.376,69
    +50,18 (+1,16%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8324
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0374
    0,0000 (0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,4245
    +0,0057 (+0,40%)
     

Variante Omicron, Ciccozzi: "Più contagiosa ma meno letale, stiamo tranquilli"

·1 minuto per la lettura

Sulla variante Omicron "stanno arrivando buone notizie: è più contagiosa rispetto alla Delta ma, anche dai primi dati che arrivano dal Sudafrica, è meno letale e i sintomi sono modesti". Lo spiega all'Adnkronos Salute Massimo Ciccozzi, responsabile dell'unità di Statistica medica ed Epidemiologia della facoltà di Medicina e Chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma.

"Tutte le mutazioni che abbiamo visto sulla proteina 'Spike' ci dicono che questo virus sta compiendo i primi passi per un vero adattamento sull'uomo - aggiunge Ciccozzi - e anche questa è una buona notizia. Tutti avevano detto che Omicron poteva essere una variante pericolosa e ora sono tornati indietro. Dai primi dati, ancora non definitivi, pare che anche il vaccino funzioni. I casi 'italiani' di Omicron sono vaccinati e stanno bene o con pochi sintomi".

"Noi abbiamo scoperto e lo stiamo pubblicando, il lavoro scientifico è stato accettato, che questa variante ha una maggiore stabilità nella proteina Spike. Questo - osserva - ci dice che infetta meglio della Delta, è più contagiosa, ma non aumenta la letalità. Una evoluzione che si innesca quando un virus deve adattarsi all'uomo, come accaduto per il raffreddore, la strategia è di essere più contagioso ma meno letale. Quindi è chiaro che la vaccinazione non ci protegge dal contagio ma dai sintomi della malattia. Il mio messaggio - conclude - è di stare tranquilli e sereni ma anche di fare la terza dose se ancora non l'abbiamo fatta".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli