Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    47.588,09
    -1.260,64 (-2,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.788,10
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1322
    +0,0110 (+0,99%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8486
    +0,0074 (+0,88%)
     
  • EUR/CHF

    1,0434
    -0,0050 (-0,47%)
     
  • EUR/CAD

    1,4481
    +0,0305 (+2,15%)
     

Venerdì 15 record di Green pass, ne sono stati emessi 867mila

·2 minuto per la lettura
record green pass
record green pass

Nella giornata di venerdì 15 ottobre è stato stabilito un nuovo record di emissione di Green Pass, con 867.039 certificazioni rilasciate in concomitanza con l’estensione dell’obbligo anche per i luoghi di lavoro. Un’impennata che era già cominciata nella giornata di giovedì, quando erano stati rilasciati 860.094 Green Pass, anche se la maggior parte di queste certificazioni sono state emesse a seguito di tamponi piuttosto che da vaccinazioni anti coronavirus.

Green Pass, record di emissioni nella giornata di inizio obbligo: sono stati 867.039

Stando ai dati delle autorità infatti, i Green Pass rilasciati a seguito di tampone sono stati 653.827 (circa il 75%), mentre quelli emessi dopo una vaccinazione anti Covid sono stati 208.831. Altri 4.381 Green Pass sono stati invece rilasciati a seguito della guarigione dal virus. Tra venerdì e giovedì le certificazioni verdi emesse ammontano dunque a un milione e 600mila, anche se al momento non è ancora detto che il sistema dei Green Pass rilasciati tramite tampone possa reggere per molto tempo.

Green Pass, record di emissioni venerdì 15: ma è allarme per carenza di tamponi

È in queste stesse ore che la CGIA di Mestre ha lanciato l’allarme proprio in merità alla futura disponibilità di tamponi per coloro che continueranno a utilizzarli al fine di ricevere il Green Pass per recarsi al lavoro. Secondo le prime stime infatti lunedì prossimo circa due milioni di lavoratori saranno costretti a rimanere a casa perché impossibilitati a farsi il tampone; la domanda supera infatti abbondantemente l’offerta.

Green Pass, record di emissioni venerdì 15 ma boom di certificati di malattia

Nel frattempo l’Inps ha già delineato i dati sulle assenze per malattia di questo primo giorno di Green Pass obbligatorio, con 17.340 lavoratori ammalati in più rispetto al venerdì precedente. Sì tratta di un aumento inferiore alla media, ma presente sia tra i lavoratori pubblici (+18,3%), che tra i lavoratori privati” (+21,1%).

Il sospetto è che molte siano assenze ingiustificate dei No Green Pass, ma è il sindacato Fimmg a chiarire la situazione: Non si può confrontare il venerdì di questa settimana con il venerdì scorso, quando ancora eravamo in estate. C’è stata una settimana di pioggia e freddo, un abbassamento delle temperature di dieci gradi e i primi casi di influenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli