Italia markets close in 5 hours 41 minutes
  • FTSE MIB

    21.149,28
    +82,73 (+0,39%)
     
  • Dow Jones

    29.590,41
    -486,29 (-1,62%)
     
  • Nasdaq

    10.867,93
    -198,87 (-1,80%)
     
  • Nikkei 225

    26.431,55
    -722,28 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    78,06
    -0,68 (-0,86%)
     
  • BTC-EUR

    19.785,77
    -64,84 (-0,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    437,67
    -6,86 (-1,54%)
     
  • Oro

    1.651,60
    -4,00 (-0,24%)
     
  • EUR/USD

    0,9666
    -0,0022 (-0,23%)
     
  • S&P 500

    3.693,23
    -64,76 (-1,72%)
     
  • HANG SENG

    17.855,14
    -78,13 (-0,44%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.346,36
    -2,24 (-0,07%)
     
  • EUR/GBP

    0,9012
    +0,0079 (+0,89%)
     
  • EUR/CHF

    0,9543
    +0,0035 (+0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,3176
    +0,0007 (+0,05%)
     

Venture capital, Neva (Intesa Sp) lancia nuovo fondo nel 2024

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 set. (askanews) - Neva Sgr, società del gruppo Intesa Sanpaolo, ha in programma il lancio di un suo nuovo fondo di venture capital nel 2024. L'obiettivo è stato annunciato nel corso di 'Venture Capital: protagonisti, crescita e progetti di Neva Sgr', evento organizzato alle Officine Grandi Riparazioni di Torino. Il primo fondo Neva First ha chiuso il fundraising a 250 milioni di euro, con 150 milioni già impegnati. "L'obiettivo del nuovo fondo è ampliare la dimensione per aumentare l'impatto: siamo fiduciosi di poter raddoppiare la dotazione rispetto a quella del fondo attuale, un obiettivo raggiungibile", ha detto Mario Costantini, ceo e general manager di Neva Sgr.

Da agosto 2020 Neva Sgr ha investito in 26 società per un totale di 150 milioni di euro (compreso 50 milioni di budget per i follow on). Tra le operazioni concluse ci sono big dell'innovazione italiana, come Yolo, Casavo e D-Orbit, e internazionale, R3 (Usa) e Coro (Israele). Con Neva First, ha spiegato Costantini, "abbiamo investito il 70% in aziende globali interessate a un ponte con l'economia italiana e il 30% in realtà italiane. L'elemento cardine è essere un investitore strategico e le prime exit - ha aggiunto - arriveranno nel periodo 2025-2026, sulla base dei piani delle società".

Anche in un contesto di mercato molto complesso come quello attuale, ha sottolineato Costantini, "il nostro portafoglio, diversificato per aree geografiche e settori, sta confermando il trend positivo di crescita. Non abbiamo investito in operazioni alla moda e oggi vediamo opportunità di investimento in ottime società a prezzi più ragionevoli del passato: il nostro primo obiettivo è garantire alti rendimenti ai sottoscrittori attraverso un'allocazione dinamica del capitale".

Sguardo sul 2024 per Luca Remmert, presidente di Neva Sgr. "Il nuovo Fondo Neva che vareremo nel 2024 potrà beneficiare delle nostre crescenti relazioni a livello internazionale con fondi, investitori istituzionali e mondo della ricerca. Per rispondere al meglio alle esigenze di investitori, amplieremo il nostro team, attraendo nuovi talenti anche dall'estero, e ci impegneremo a diffondere la cultura del venture capital in Italia, per dare nuovo impulso alla crescita del Paese".