Italia markets open in 8 hours 21 minutes
  • Dow Jones

    29.683,74
    +548,75 (+1,88%)
     
  • Nasdaq

    11.051,64
    +222,13 (+2,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9726
    +0,0128 (+1,33%)
     
  • BTC-EUR

    20.105,56
    +364,54 (+1,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    447,10
    +18,32 (+4,27%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.719,04
    +71,75 (+1,97%)
     

Vertice del centrodestra sulle candidature ma accordo non ancora raggiunto. Letta in corsa a Vicenza

Giorgetti su candidature elezioni
Giorgetti su candidature elezioni

Sono giorni febbrili per i vari schieramenti che devono decidere le liste delle candidature da presentare entro il 22 agosto al Viminale. Mentre sembra ancora lontano l’accordo nel centrodestra, Letta annuncia che si presenterà a Vicenza.

Elezioni, giorni febbrili per le candidature

Il conto alla rovescia per le elezioni politiche del 25 settembre è iniziato da tempo ma oltre alla campagna elettorale, i partiti delle varie coalizioni sono impegnati più che mai nel difficile compito delle candidature dei propri candidati ai vari collegi. Un discorso politico e tecnico allo stesso tempo, sopratutto per quanto riguarda i collegi uninominali. Il tutto con una scadenza che incombe, quella del 22 agosto entro la quale quando le liste delle candidature dovranno essere depositate al Viminale.

Accordo ancora non raggiunto nel centrodestra

“Dovete avere ancora pazienza 24 ore”. Con queste poche parole, all’uscita dalla riunione del vertice di centrodestra convocato questa mattina a Roma, Giancarlo Giorgetti ministro dello Sviluppo economico – ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano notizie in merito alle decisioni prese dal centrodestra sulle varie candidature. Lasciando intendere che l’accordo è ancora lontano.

L’annuncio di Letta

Intanto, il segretario del Pd ha annunciato che si candiderà a Vicenza: ‘Penso che la nostra campagna elettorale non debba essere in difesa, ma in attacco. Voglio dimostrare che queste elezioni possiamo vincerle, quindi ho deciso di fare un’incursione laddove la partita è più difficile e dove il numero di coloro che hanno tradito Draghi è altissimo