Italia markets close in 1 hour 6 minutes
  • FTSE MIB

    25.635,00
    +144,78 (+0,57%)
     
  • Dow Jones

    34.954,00
    +161,33 (+0,46%)
     
  • Nasdaq

    14.824,34
    +43,81 (+0,30%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • Petrolio

    68,78
    +0,63 (+0,92%)
     
  • BTC-EUR

    32.381,50
    -836,20 (-2,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    965,13
    -10,77 (-1,10%)
     
  • Oro

    1.806,60
    -7,90 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1853
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • S&P 500

    4.416,05
    +13,39 (+0,30%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.159,38
    +14,48 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8496
    -0,0025 (-0,29%)
     
  • EUR/CHF

    1,0734
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4799
    -0,0046 (-0,31%)
     

Vino, Asolo Prosecco cresce del 25% nei primi sei mesi del 2021

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 lug. (askanews) - Cresce l'Asolo Prosecco: i dati di fine giugno evidenziano un balzo in avanti del 25% rispetto ai primi sei mesi del 2020, quando le bollicine asolane avevano chiuso il semestre con un incremento del 9%. L'incremento è addirittura del 36% nei confronti della prima metà del 2019.

Il quadro dell'Asolo Prosecco è stato tracciato nel corso dell'assemblea dei soci del Consorzio, svoltasi il 30 giugno. "La visione strategica che abbiamo messo in atto - racconta il presidente Ugo Zamperoni - ha consentito di rafforzare il nostro posizionamento. Se alla fine dello scorso anno avevamo sfiorato per la prima volta i 19 milioni di bottiglie, salendo così abbondantemente al quarto posto assoluto in Italia fra le denominazioni del settore spumantistico, nei primi sei mesi del 2021 abbiamo già collocato 9,7 milioni di bottiglie, contro i 7,8 milioni di giugno 2020. Siamo peraltro perfettamente in grado di soddisfare le nuove richieste di Asolo Prosecco provenienti sia dall'Italia che dall'estero: ricordo infatti che nella scorsa vendemmia non solo non adottammo alcuna misura restrittiva della produzione di uve, in controtendenza con molte delle altre maggiori denominazioni italiane, ma addirittura accantonammo un'ulteriore riserva vendemmiale, che adesso immetteremo sul mercato".

Positivi anche i numeri della campagna che il Consorzio dell'Asolo Prosecco ha condotto via social media in alcune delle principali città italiane (Milano, Torino, Genova, Firenze, Bologna, Roma, Napoli, Bari e Catania) oltre che nell'intero Veneto: sono state più di 15 milioni le visualizzazioni ottenute dai post che hanno presentato agli utenti Facebook e Instagram l'immagine dell'Asolo Prosecco come "l'altro aperitivo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli