Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.277,49
    +70,07 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    33.676,60
    -104,88 (-0,31%)
     
  • Nasdaq

    11.084,23
    +2,23 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    27.901,01
    +326,58 (+1,18%)
     
  • Petrolio

    70,18
    -1,28 (-1,79%)
     
  • BTC-EUR

    16.261,66
    -186,53 (-1,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    403,37
    -2,88 (-0,71%)
     
  • Oro

    1.808,80
    +7,30 (+0,41%)
     
  • EUR/USD

    1,0551
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    3.957,84
    -5,67 (-0,14%)
     
  • HANG SENG

    19.900,87
    +450,64 (+2,32%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.942,62
    +21,35 (+0,54%)
     
  • EUR/GBP

    0,8591
    -0,0034 (-0,40%)
     
  • EUR/CHF

    0,9848
    -0,0036 (-0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,4376
    +0,0031 (+0,21%)
     

Vino.com: nel 2021 la Lombardia è la prima regione per acquisti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 set. (askanews) - Nel 2021 i vini a denominazione cresciuti di più nella propria categoria rispetto all'anno precedente nelle vendite online di Vino.com sono stati il Lugana per i bianchi (+54%), il Primitivo di Manduria per i rossi (+65%), il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore per gli spumanti (+6%) e il Salento Igt per i rosati (+86%). A trainare queste vendite sono soprattutto gli uomini, che per tutte e quattro le denominazioni analizzate, sono responsabili di oltre l'80% delle bottiglie acquistate nel corso dell'anno, mentre sulla suddivisione per fascia di età emerge qualche differenza. E' quanto emerge dal secondo focus dell'Osservatorio sull'e-commerce del vino in Italia, nato dalla partnership tra Nomisma Wine Monitor e Vino.com, dedicato ai vini a denominazione e al profilo degli acquirenti online.

"Se per tutti e quattro i vini la Generazione X rappresenta la fascia prevalente di acquisto - ha spiegato il responsabile Agroalimentare e Wine Monitor di Nomisma, Denis Pantini - nel caso degli under 40 si registra una maggior predilezione verso il Primitivo di Manduria, mentre, al contrario, i baby boomer sono più orientati al consumo di Lugana". L'analisi dei dati di vendita del primo semestre 2022, relativi a oltre 100mila acquirenti italiani di vino online (parte del bacino di clienti di Vino.com), fornisce un'indicazione sui trend di vendita delle denominazioni e le nuove tendenze nei consumi in corso. Tra le bollicine, forti crescite per il Prosecco DOC mentre tra i rossi emergono i toscani, con il Nobile di Montepulciano e i Toscana IGT, mentre per i bianchi si segnala un aumento nelle vendite di Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Il focus ha analizzato la ripartizione regionale delle vendite dei top 4 vini a denominazione del 2021. La Lombardia è la prima regione per acquisti, con percentuali che vanno dal 25% delle vendite totali di Salento IGT a oltre il 36% di Lugana. Al secondo posto, a diverse lunghezze, il Lazio per il Primitivo di Manduria (15%) e il Salento Igt (14%), seguito dal Veneto per il Lugana (14%) e dall'Emilia-Romagna per il Valdobbiadene Prosecco Superiore (12%). Il prezzo medio delle bottiglie vendute è stato di 8,69 euro per il Primitivo (sostanzialmente stabile rispetto al 2020), 8,46 euro per il Lugana (+5,6%), 6,66 euro per il Valdobbiadene Prosecco (+4,7%) e 6,58 euro per il Salento Igt, la denominazione che ha registrato il maggior incremento di prezzo rispetto all'anno precedente (+8,6%).

Accanto alla disamina sui vini a denominazione che hanno registrato la crescita più significativa, questo secondo focus ha allargato l'approfondimento a tre importanti "fine wines": Amarone, Barolo e Champagne. "L'analisi sugli acquirenti di fine wines online - ha rilevato Pantini - ha messo in luce come quasi il 75% delle bottiglie di Champagne sia acquistato dagli over 40, mentre Millennials e Gen Z sono più interessati ad Amarone e Barolo". Anche per questi 'fine wines', la Lombardia si conferma come prima regione di acquisto, seguita dal Lazio per Amarone e Barolo, mentre per lo Champagne è l'Emilia-Romagna a strappare il secondo posto, con l'11% delle bottiglie acquistate nell'anno.