Italia markets open in 2 hours 35 minutes
  • Dow Jones

    35.064,25
    +271,55 (+0,78%)
     
  • Nasdaq

    14.895,12
    +114,62 (+0,78%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,42
    +92,32 (+0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,1826
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    33.865,86
    +237,53 (+0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    988,02
    +12,12 (+1,24%)
     
  • HANG SENG

    26.206,75
    +2,06 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    4.429,10
    +26,44 (+0,60%)
     

Vino, nasce Slow Wine Coalition: rete mondiale per sostenibilità

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 lug. (askanews) - Nasce la Slow Wine Coalition, una rete mondiale che riunisce tutti i protagonisti della filiera per mettere in atto una rivoluzione del vino all'insegna di sostenibilità ambientale, tutela del paesaggio e crescita sociale e culturale delle campagne. Il primo meeting della Coalition si terrà a Bologna, dal 26 febbraio al primo marzo 2022, quando il Sana Slow Wine presenterà la Slow Wine Fair, l'incontro internazionale tra vigneron, operatori e appassionati con dibattiti, laboratori del gusto e walk around tasting. La Slow Wine Fair vedrà la partecipazione di FederBio, storico partner di BolognaFiere con Sana e attivo anche in collaborazioni con Slow Food, che curerà una sezione dedicata ai vini certificati bio.

La Slow Wine Coalition ha l'obiettivo di riunire gli attori della filiera del vino, dai produttori agli importatori e distributori, dagli enotecari ai ristoratori, dai sommelier ai comunicatori e giornalisti, sino agli appassionati, ispirati dall'idea di un vino buono, pulito e giusto per tutti. Si riconosce intorno al Manifesto Slow Food per il vino buono, pulito e giusto, un decalogo che fissa alcuni punti fermi sul mestiere del vignaiolo, sull'agronomia e sull'enologia, allargando il discorso anche ad altri ambiti quali la biodiversità, il valore del territorio e il rapporto con chi lavora in vigna e in cantina.

"Il manifesto, presentato in anteprima a Bologna l'11 ottobre 2020 nel corso di Sana Restart, è frutto di un lungo percorso che attraversa tutta la storia di Slow Food. Si ispira alle riflessioni di centinaia di vignaioli riuniti a Montecatini e Firenze nel 2009 per la seconda edizione di Vignerons d'Europe e non vuole essere un documento chiuso, ma un punto di partenza intorno al quale confrontarsi e discutere" sottolinea il coordinatore della Slow Wine Coalition, Giancarlo Gariglio.

I tre pilastri della Slow Wine Coalition saranno sostenibilità ambientale, tutela del paesaggio e crescita culturale e sociale delle campagne. Le alleanze sono il modello individuato da Slow Food fin dalle prime edizioni di Terra Madre. Ultima nata è la Slow Food Coffee Coalition, che riunisce tutti gli attori della filiera del caffè, dai produttori ai torrefattori, dai distributori agli appassionati, accomunati dall'amore per questa bevanda.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli