Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.271,88
    -55,91 (-0,16%)
     
  • Nasdaq

    13.459,15
    +80,10 (+0,60%)
     
  • Nikkei 225

    28.406,84
    +582,01 (+2,09%)
     
  • EUR/USD

    1,2220
    +0,0064 (+0,53%)
     
  • BTC-EUR

    35.736,06
    +603,70 (+1,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.222,91
    -30,23 (-2,41%)
     
  • HANG SENG

    28.593,81
    +399,72 (+1,42%)
     
  • S&P 500

    4.161,84
    -1,45 (-0,03%)
     

Visco: contro il cambiamento climatico incentivi, regole e tasse

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 apr. (askanews) - Per contrastare il cambiamento climatico i governi devono intervenire con incentivi agli investimenti green, regole per limitare l'inquinamento e tasse sulle emissioni di CO2. Lo ha sottolineato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui "il cambiamento climatico e la pandemia sono i problemi globali più importanti del nostro tempo".

È necessario "uno stretto coordinamento internazionale. Dobbiamo tenere presente che fermare il cambiamento climatico richiede prima di tutto una forte e coerente determinazione politica: i governi nazionali sono le uniche istituzioni che possono decidere incentivi agli investimenti 'verdi', imporre tasse sulle emissioni di anidride carbonica e introdurre regolamenti che limitano le emissioni consentite. Ma la finanza può aiutare e rafforzare questo processo, canalizzando più risorse verso gli investimenti green".

"Le banche centrali - ha spiegato il governatore intervenendo alla conferenza annuale del 'Boao forum for Asia' - possono cooperare definendo un quadro comune per misurare i rischi legati al clima e integrarli nelle loro pratiche di gestione del rischio. In questa prospettiva, le banche centrali dovrebbero anche dare l'esempio, rivelando la loro esposizione collegata al rischio climatico e spiegando come tengono conto di questi rischi nelle loro strategie di investimento".

"I governi nazionali - ha aggiunto Visco - dovrebbero svolgere un ruolo decisivo. Oltre a sottolineare l'importanza dei sistemi di tariffazione della CO2, consentitemi di ribadire la necessità di rimuovere i sussidi dannosi per l'ambiente, promuovendo in questa maniera una riallocazione dei capitali verso gli investimenti green".

Glv