Italia markets close in 1 hour 41 minutes
  • FTSE MIB

    22.153,75
    +146,35 (+0,67%)
     
  • Dow Jones

    30.084,01
    +114,49 (+0,38%)
     
  • Nasdaq

    12.416,59
    +39,41 (+0,32%)
     
  • Nikkei 225

    26.751,24
    -58,13 (-0,22%)
     
  • Petrolio

    45,79
    +0,15 (+0,33%)
     
  • BTC-EUR

    15.703,37
    -152,77 (-0,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    374,89
    -4,35 (-1,15%)
     
  • Oro

    1.848,80
    +7,70 (+0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,2170
    +0,0021 (+0,17%)
     
  • S&P 500

    3.684,05
    +17,33 (+0,47%)
     
  • HANG SENG

    26.835,92
    +107,42 (+0,40%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.524,26
    +7,16 (+0,20%)
     
  • EUR/GBP

    0,8996
    -0,0030 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    1,0814
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5580
    -0,0037 (-0,23%)
     

Visco: crisi peggiora, proteggere lavoratori finchè necessario

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 30 ott. (askanews) - Con il peggioramento della pandemia è necessario continuare a proteggere i lavoratori dalle conseguenze della crisi economica. È il richiamo lanciato dal governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, alla 96esima Giornata mondiale del risparmio. "L'acuirsi dell'epidemia - ha detto - potrebbe avere nuove, pesanti, ricadute sulle già fragili condizioni del mercato del lavoro". "Se occorre evitare di ostacolare - ha sottolineato Visco - la riallocazione dei lavoratori tra imprese e settori, la gravità della crisi richiede di continuare a offrire loro adeguata protezione fino a quando necessario. Al tempo stesso, il sistema degli ammortizzatori sociali può essere rivisto per accrescerne la copertura, la semplicità di accesso e l'equità". "In prospettiva - ha spiegato il governatore - nella misura in cui le condizioni macroeconomiche lo consentiranno, gli interventi straordinari a difesa delle posizioni lavorative potranno essere progressivamente ridotti e circoscritti ai comparti più colpiti dalla crisi, tenendo anche conto delle esigenze per le imprese più sane di poter riorganizzare la propria attività in risposta al mutamento delle prospettive socio-economiche". "Provvedimenti - ha aggiunto Visco - volti a semplificare le regole di funzionamento del mercato del lavoro e a estendere la riduzione del cuneo fiscale potranno favorire i piani di assunzione delle imprese. Affinchè l'aumento delle opportunità di lavoro sia permanente, deve però aumentare la capacità di sviluppo dell'economia".