Italia Markets close in 1 hr 14 mins

Visco: Pil italiano tornerà a livelli pre-pandemia solo nel 2023

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 dic. (askanews) - Il Pil italiano tornerà ai livelli pre-pandemia non prima del secondo semestre del 2023. Lo ha affermato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui "le proiezioni per i prossimi anni, seppur circondate da un'incertezza senza precedenti, suggeriscono che nel nostro paese il Pil non recupererà il livello registrato alla vigilia dello scoppio della pandemia prima della seconda metà del 2023".

"Ancora più tempo - ha sottolineato il governatore - sarà necessario per riuscire a tornare ai valori del 2007, precedenti la doppia recessione causata dalla crisi finanziaria globale e da quella dei debiti sovrani dell'area euro. Si tratterà quindi di un sostanziale ristagno dell'attività economica nel complesso di circa un ventennio, peraltro dopo un lungo periodo di crescita in media già debole".

Per comprendere le ragioni "di questo deludente andamento dell'economia italiana, è necessario riflettere sulle determinanti della produttività delle imprese e sulle conseguenze dei grandi cambiamenti avvenuti a partire dagli anni Novanta del secolo scorso, in particolare l'accelerazione del progresso tecnologico, con lo sviluppo delle nuove tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni, e il processo di integrazione internazionale dei mercati".

"A tali cambiamenti - ha aggiunto Visco in una lectio magistralis per l'inaugurazione dell'anno accademico del Gran Sasso Science Institute - l'Italia non ha saputo far fronte, accumulando gravi ritardi, in particolare nell'ambito della ricerca e dell'innovazione, della digitalizzazione e in ultima istanza nella quantità e nella qualità del capitale umano".