Italia Markets open in 8 hrs 43 mins

Visco: riforma Mes è di buon senso, importante ridurre debito-Pil

Glv

Roma, 4 dic. (askanews) - Le modifiche proposte al Meccanismo europeo di stabilità (Mes) in materia di assistenza finanziaria ai paesi membri "ribadiscono principi di buon senso che sono già presenti nel trattato". Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui "per il Mes, come per qualsiasi prestatore, non avrebbe senso erogare credito a chi ha un debito che non è considerato sostenibile, visto che si tratterrebbe di un trasferimento a fondo perduto".

"I presidi - ha spiegato il governatore in un'audizione alla Camera - in termini di condizionalità ex ante e di monitoraggio ex post che accompagnano i finanziamenti del Mes erano e restano doverosamente rigorosi. Sono presidi a tutela delle risorse che i paesi dell'area euro hanno 'investito' nell'istituzione del Mes; l'Italia è al terzo posto in termini di impegno finanziario".

"In ogni caso - ha aggiunto Visco - è indispensabile proseguire in maniera credibile nel processo di consolidamento delle finanze pubbliche nei paesi ad alto debito, cogliendo senza esitazione l'opportunità fornita dall'attuale contesto di bassi tassi d'interesse. Se ognuno farà la sua parte, sarà evidente che tutti gli Stati membri hanno a cuore il successo dell'unione monetaria e, soprattutto, la prosperità e il benessere dei cittadini europea".