Italia Markets closed

Visco: riforma Mes non favorisce la ristrutturazione del debito

Glv

Roma, 4 dic. (askanews) - La riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes) "non prevede nè annuncia un meccanismo di ristrutturazione dei debiti sovrani". Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui "come nel Trattato già oggi in vigore non c'è scambio tra assistenza finanziaria e ristrutturazione del debito. Anche la verifica della sostenibilità del debito prima della concessione degli aiuti è già prevista dal trattato vigente. È una clausola a tutela delle risorse del Mes, di cui l'Italia è il terzo principale finanziatore".

"La funzione fondamentale del Mes - ha spiegato il governatore in un'audizione alla Camera - è concedere, sotto condizionalità, assistenza finanziaria ai paesi membri che, pur avendo un debito pubblico sostenibile, trovino temporanee difficoltà nel finanziarsi sul mercato. Non è un meccanismo per la ristrutturazione del debito sovrano, anzi è volto a evitarla".

"Sul fronte del sostegno ai paesi in crisi - ha aggiunto Visco - la riforma non cambia la sostanza del trattato attualmente in vigore. Viene confermata l'esclusione di qualsiasi automatismo nelle decisioni circa la sostenibilità dei debiti pubblici e di un eventuale meccanismo per la loro ristrutturazione".