Italia Markets closed

Vita compie 25 anni e festeggia guardando a futuro terzo settore

Asa

Milano, 25 nov. (askanews) - È il 1994 quando Riccardo Bonacina fonda Vita, settimanale che esordisce in edicola con la prima inchiesta sulla Croce Rossa Italiana. Inizia così un'avventura editoriale nata dal basso e che arriva quest'anno a festeggiare l'anniversario dei venticinque anni. Un traguardo importante e una storia fatta di inchieste editoriali, ma anche di impegno sociale e politico. Un quarto di secolo durante il quale Vita si è affermata, non solo come un'impresa editoriale capace di raccontare il Terzo Settore italiano e la sua evoluzione, con un comitato editoriale di oltre sessanta fra le più importanti organizzazioni italiane legate al mondo del non profit, ma anche come un vero e proprio protagonista della vita politica e sociale del nostro Paese.

Un esempio sono pensare le leggi che Vita ha promosso in maniera diretta o indiretta e che hanno cambiato il sistema normativo italiano: dalla Legge n. 40 del 1998 sull'immigrazione, a quella dalla Legge + Dai - Versi, alla Norma del 5 per Mille nel 2005, fino ai più recenti provvedimenti sulla Regolazione del gioco d'azzardo legale nel 2014 e alla Riforma del Terzo Settore e dell'impresa sociale nel 2016. Per festeggiare il proprio anniversario Vita ha organizza The Next 25, con il sostengo di Intesa Sanpaolo e in partnership con il Gruppo Unipol, una giornata alla Triennale per immaginare insieme il futuro del non profit italiano e quale sarà il ruolo del Terzo Settore nel ridisegnare lo sviluppo del nostro Paese.