Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.878,64
    +100,88 (+0,29%)
     
  • Nasdaq

    13.442,24
    -310,00 (-2,25%)
     
  • Nikkei 225

    29.518,34
    +160,52 (+0,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0019 (-0,16%)
     
  • BTC-EUR

    46.821,91
    -843,70 (-1,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.518,90
    -42,40 (-2,72%)
     
  • HANG SENG

    28.595,66
    -14,99 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.203,45
    -29,15 (-0,69%)
     

Volano i conti trimestrali di Google e Microsoft

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Volano i conti trimestrali di Google e Microsoft
Volano i conti trimestrali di Google e Microsoft

Nuovo trimestre record per Alphabet-Google, bene anche i conti di Microsoft che però nell’after hours perde il 3%. Oggi tocca ad Apple, Amazon, Facebook e Spotify

Risultati oltre le attese per le trimestrali di Alphabet-Google e Microsoft, ma con esiti in Borsa diversi, almeno negli scambi dopo la chiusura. I due colossi tech americani hanno presentato i conti del primo trimestre 2021 subito dopo il suono della campanella di chiusura di Wall Street, quindi nella tarda serata italiana. Lunedì sera era stata Tesla a presentare il report finanziario del primo trimestre.

RECORD PER GOOGLE

Alphabet, che controlla tutto l’universo Google, ha chiuso i primi tre mesi dell’anno con ricavi record per 55,3 miliardi di dollari, battendo nettamente le attese degli analisti (51,7 miliardi) e le vendite di dodici mesi fa, pari a 41,16 miliardi di dollari. L’utile per azione supera quasi del doppio le previsioni degli analisti: 26,29 dollari contro 15,82 dollari, una crescita sensazionale rispetto ai 9,87 dollari per azione del primo trimestre 2020. L’utile trimestrale si è attestato a 17,9 miliardi di dollari.

BUYBACK DA 50 MILIARDI

A spingere i ricavi di Alphabet sono stati i motori di ricerca Google e YouTube (per i video) letteralmente presi d’assalto nei mesi della pandemia, soprattutto per fare acquisti. Una tendenza che ha portato a un aumento dei ricavi dalle inserzioni a pagamento, ha spiegato il chief financial officer di Alphabet Ruth Porat. Negli scambi after hours il titolo di Alphabet ha segnato un rialzo del 5%. La società ha annunciato un buyback azionario per un valore di 50 miliardi di dollari.

BENE I CONTI MICROSOFT

Positivi anche i conti dell’altro gigante chiamato all’appello ieri: Microsoft. I ricavi sono aumentati del 19% a 41,7 miliardi di dollari contro le attese degli analisti pari a 41,3 miliardi, in netta crescita rispetto ai 33 miliardi del primo trimestre 2020. Un dato sostenuto dalle vendite di pc e servizi cloud, evidentemente legati allo smart working e alla didattica a distanza imposti con la pandemia. Superiori alle attese anche gli utili per azione, pari a 2,03 dollari contro 1,4 dollari di dodici mesi fa, e gli utili complessivi (15,46 miliardi di dollari). Le attese degli analisti erano per utili di 1,78 dollari per azione.

TITOLO IN CALO

Tuttavia, i conti presentati da Microsoft non sembrano aver convinto gli investitori. Probabilmente, in una stagione delle trimestrali nel segno di dati oltre le attese, ci si aspettavano dati migliori. Negli scambi dopo la chiusura il titolo ha perso oltre il 3%, un andamento forse dovuto anche ai recenti record messi a segno dal titolo, che si trova sui massimi di sempre. Oggi sono chiamati a presentare i conti Amazon, Apple, Facebook e Spotify.