Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.908,66
    -518,85 (-0,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Volkswagen deciderà su fabbrica batterie in Est Europa in sem1 2022

·1 minuto per la lettura
Il logo Volkswagen

PRAGA (Reuters) -Volkswagen, il più grande produttore di auto europeo, ha annunciato che deciderà nella prima metà del 2022 la sede della sua fabbrica di batterie per auto in Europa orientale.

Nei mesi scorsi Volkswagen ha delineato i piani per la costruzione di sei grandi impianti per la produzione di batterie per auto in Europa entro la fine del decennio, con Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca in corsa per ospitarne uno, che aprirà nel 2027.

La società ha detto che intende ancora decidere in maniera definitiva la sede della fabbrica nei primi sei mesi del prossimo anno e di non aver rinviato la decisione.

"Come sapete, per questo tipo di decisione bisogna prendere in considerazione le condizioni rispettive dei paesi, il contesto economico, le strategie di e-mobility e il quadro dei sussidi", ha spiegato un portavoce dell'azienda.

Il portavoce ha detto che il Ceo di Volkswagen Herbert Diess e Thomas Schmall, membro del board responsabile dello sviluppo tecnologico, sono oggi in Repubblica Ceca per uno scambio con la controllata Skoda e per farsi un'idea della strategia di Praga sul passaggio all'elettrico.

Il ministro ceco dell'Industria Karel Havlicek aveva affermato in precedenza che l'azienda aveva rinviato la decisione.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli