Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.890,17
    -156,07 (-0,52%)
     
  • Nasdaq

    12.051,82
    +15,03 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    26.296,86
    +131,27 (+0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1913
    +0,0017 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    15.916,85
    -276,67 (-1,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    376,67
    +6,15 (+1,66%)
     
  • HANG SENG

    26.669,75
    +81,55 (+0,31%)
     
  • S&P 500

    3.624,61
    -10,80 (-0,30%)
     

VR46 Academy, alla scoperta dell’officina di talenti di Valentino Rossi

webinfo@adnkronos.com
·4 minuto per la lettura

Roma, 30/10/2020 - Una stagione più che emozionante per tutti gli appassionati del Motomondiale, che si sono divertiti ad ammirare sorprese e colpi di scena a non finire. L’imprevedibilità è probabilmente ciò che stupisce di più di questi Gran Premi, insieme all’assenza di un vero e proprio padrone della classifica iridata.

Una delle tendenze di questa stagione è la notevole crescita di un gran numero di giovani centauri, che si stanno dando battaglia per le prime posizioni. Tra i piloti in lizza per la vittoria del Mondiale non c’è Valentino Rossi che, nonostante tutto, sta comunque contribuendo in maniera molto importante al movimento motociclistico italiano. In che modo? Aiutando tanti giovani talenti a coltivare lo stesso sogno di cui è stato protagonista per tutti questi anni e che l’ha portato a primeggiare nella classe regina del Motomondiale.

Come è nata la VR46 Academy?

Come viene perfettamente spiegato in un interessante articolo apparso su L’insider, l’Accademia nasce nel 2013: un’iniziativa che nasce dalla passione per il mondo delle due ruote e che ambisce a formare, prima, e lanciare, poi, giovani talenti. Un progetto che si viene a creare, ovviamente, anche grazie alla spinta di un gruppo di amici e collaboratori Valentino Rossi, con Alessio “Uccio” Salucci in prima linea e, fin da subito, entusiasta nel provare a dare concretezza a questo bellissimo sogno.

Così, insieme anche ad Alberto Tebaldi, un altro amico storico del “Dottore”, Valentino Rossi inaugura la VR46 Academy presso il Ranch di proprietà, che si trova nella periferia di Tavullia. Quello stesso terreno che, inizialmente, è stato concepito come una specie di luna park, dove vari piloti e amici di Valentino si sono dati spesso appuntamento per battagliare all’ultima sgasata e derapata.

Alla scoperta della struttura

L’obiettivo della VR46 Academy è chiaro: creare nuovi talenti che possono gareggiare in MotoGP, ovviamente facendo prima esperienza nelle classi minori. Una mission che non nasconde ovviamente delle grandi ambizioni, ma che si basa su due aspetti necessari per poter puntare in alto, ovvero avere un’organizzazione efficiente e di qualità.

Nell’Academy vengono messe a disposizione dei vari talenti ben 70 moto. Un numero molto importante, ma necessario perché non sono sufficienti solamente le moto da gara, ma servono anche quelle da cross, visto che nel ranch la guida avviene sulla terra battuta.

Non manca anche una vera e propria equipe di esperti, che è composta da un gran numero di figure, tutte parimenti importanti. Si tratta di nutrizionisti, allenatori, ma anche medici. La conduzione dell’Accademia è tipicamente familiare, visto che le giovani promesse vengono seguite in un percorso molto lungo, che ha il suo epilogo naturale quando, finalmente, riescono a farsi valere in pista, gareggiando nelle classi più importanti del Motomondiale.

Costo della struttura e vittorie

Il costo per far parte di un simile progetto? La risposta ci potrebbe lasciare interdetti. Infatti, l’accademia non ha costi, dato che il modello di business realizzato da Valentino Rossi e il suo gruppo di lavoro è particolarmente interessante.

I piloti non devono pagare nulla durante il loro sviluppo dal punto di vista professionale, ma viene semplicemente firmato un contratto, in cui si impegnano a restituire una parte (circa il 10%) di quanto viene successivamente guadagnato, solo dal momento in cui, però, si porteranno a casa almeno 50 mila euro annui. E, infine, le vittorie. Quelle non mancano mai e danno un’ulteriore dimostrazione della bontà del progetto: al termine dello scorso anno, i successi hanno oltrepassato quota 40 e i podi all’attivo sono più di 100.

Per informazioni:

Gli amanti delle scommesse sullo sport avranno sicuramente sentito parlare di una delle piattaforme ritenute più affidabili e sicure presenti sul web, ovvero Betway. Un casinò online che si è messo fin da subito per l’affidabilità e la sicurezza garantiti, avendo ottenuto la licenza ADM rilasciata da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. La qualità dei prodotti e dei servizi proposta da Betway è veramente alta, con la presenza di tanti giochi coinvolgenti e graficamente all’avanguardia, grazie allo zampino di un colosso come Microgaming. Per ottenere più informazioni, c’è la possibilità di contattare Betway tramite l’indirizzo email assistenza@betway.it.