Italia markets closed

Wall Street annullla tutti i guadagni dopo decisione Fed, Powell

A24/Zap

New York, 29 gen. (askanews) - Wall Street ha chiuso piatta, annullando tutti i guadagni messi a segno precedentemente, dopo che la Federal Reserve ha lasciato i tassi d'interesse invariati all'1,50-1,75%, come previsto.

Parlando nella consueta conferenza stampa, il presidente Jerome Powell ha nuovamente difeso le azioni della banca centrale - gli acquisti di titoli di Stato e le cosiddette operazioni repo - dicendo che rappresentano un allentamento della politica monetaria. Powell ha però notato che il coronavirus dalla Cina rappresenta un rischio per l'economia.

I listini erano stati stabilmente al di sopra della parità fino alla decisione della Fed grazie ad una serie di trimestrali migliori delle attese. Apple ha toccato nuovi massimi e chiuso in rialzo di oltre 2,09% dopo una trimestrale che il Ceo Tim Cook ha definito "un successo sotto tutti i punti di vista" e una guidance superiore alle stime degli analisti di Wall Street. Mentre Ge ha messo a segno un +10,32% dopo che nella trimestrale relativa agli ultimi tre mesi del 2019 ha fornito una guidance migliore delle attese per quanto riguarda il flusso di cassa, segnalando una possibile inversione di rotta per il conglomerato.

Nel frattempo, il presidente Usa, Donald Trump, ha apposto la propria firma sull'Usmca, ratificando l'accordo commerciale con Messico e Canada che sostituirà il Nafta.

Sul piano macroeconomico, stando ai dati preliminari forniti dal dipartimento del Commercio, il deficit commerciale degli Stati Uniti a dicembre è aumentato, ma meno di quanto atteso (+8,5% a 68,33 miliardi di dollari, contro attese per 68,75 miliardi). Mentre il numero di compromessi per la vendita di case negli Stati Uniti è diminuito a sorpresa a dicembre (-4,9% contro attese per un +1,0%).

Il petrolio ha perso terreno dopo un rialzo superiore alle attese delle scorte di greggio Usa. Il contratto Wti a marzo ha perso 0,15 dollari, lo 0,3% a 53,33 dollari al barile.

Il Djia ha guadagnato 11,60 punti, lo 0,04%, a quota 28.734,45. L'S&P 500 ha ceduto 2,84 punti, lo 0,09%, a quota 3.273,40. Mentre il Nasdaq ha aggiunto 5,48 punti, lo 0,06%, a quota 9.275,16.