Wall Street: che brutto finale!

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
003160.KS11.650,000,00
ORCL39,790,67
APOL27,760,65
^DJI16.501,65-12,72
GEAPP107.958,00-1.542,00

Alla fine si sono salvati davvero in pochi, gli indici Usa fin dall’inizio non erano apparsi granché brillanti, ma non si pensava che potessero deteriorarsi così proprio al termine delle contrattazioni.

I “battibecchi” fra Barack Obama e John Boehner, riguardo al problema del fiscal cliff, non fanno bene ai mercati, il Presidente ha minacciato di utilizzare il diritto di veto per non fare approvare il piano del repubblicano, politicamente è un comportamento difficilmente comprensibile, ma sappiamo che non c’è nulla di cui stupirsi.

Il “balletto” è così diventato a tre, perché si è messo di mezzo anche Fitch che “minaccia” la perdita della tripla A da parte degli Stati Uniti qualora non venga raggiunto un accordo.

Insomma la politica è così, a tutte le latitudini (ed anche longitudini) non è che uscendo dai nostri confini si possano trovare grandi esempi da imitare, noi continuiamo a ritenere che “in extremis” verrà raggiunto un compromesso, ma nel frattempo qualcuno si sarà logorato, ed il “gioco” politico sta anche nel fiaccare l’avversario.

La finanza tutte queste cose le sa, ma anziché ignorarle si fa prendere dall’ansia ed anche qui si rinnova l’eterno dilemma dell’investitore il cui stato d’animo è perennemente in bilico fra la paura e l’avidità.

Ed allora Wall Street dopo aver ben iniziato la settimana pre-natalizia preferisce la prudenza e dà uno scrollone all’albero per far cadere un po’ di frutti, domani si sapranno i dati macro sull’occupazione e sarà più chiaro il da farsi, per il momento: calma e gesso.

Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) (-0,74%) soltanto in tre si salvano sull’indice più vecchio del mondo, si tratta di United Technologies (NYSE: UTX - notizie) (+0,97%) che torna sui massimi dallo scorso marzo, Intel (+0,67%) che prosegue il recupero in atto da circa un mese e Caterpillar (+0,02%) che però chiude sui minimi di giornata.

, Pesante il ribasso di General Electric (Other OTC: GEAPP - notizie) (-3,14%) che risente fortemente di un report negativo da parte di UBS (Berlino: UBRA.BE - notizie) . Improvviso dietrofront anche da parte di Alcoa (-3,03%) sui timori di un possibile downgrade da parte di Moody’s e continua il periodo di debolezza di Home Depot (-1,95%) che in quest’ultimo mese dell’anno sta rifiatando dopo 11 mesi vissuti sempre in trend rialzista.

S&P500 (-0,76%) bene i titoli legati al comparto della logistica, Fedex Corp. (+0,91%), United Parcel Service (NYSE: UPS - notizie) (+0,75%) e General Dynamics (NYSE: GD - notizie) (+0,74%).

Di (KSE: 003160.KS - notizie) nuovo in ribasso Anadarko Petroleum (-2,23%), Philip Morris Int. (-2,15%) e Lowe’s Comp. (-2,01%).

Nasdaq (-0,33%) svetta Verisign (+3,71%), ma il maggior contributo all’indice tecnologico è arrivato da Oracle (NasdaqGS: ORCL - notizie) (+3,68%) che per il proprio secondo trimestre fiscale ha anninciato un utile operativo superiore alle attese, ennesimo rialzo per Seagate Tech (+3,27%) il cui 2012 è risultato superiore a qualsiasi previsione.

Assolutamente da dimenticare, invece, il corrente anno per Apollo Group (NasdaqGS: APOL - notizie) (-6,46%) che da inizio anno lascia sul terreno ben il 61,54%. Male anche Intuitive Surgical (NasdaqGS: ISRG - notizie) (-5,69%) ed in perenne difficoltà Electronic Arts (NasdaqGS: EA - notizie) (-3,42%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.519,76 0,18% 02:28 CEST

Ultime notizie dai mercati