Wall Street capitalizza l’avvicinarsi di un accordo anti-fiscal cliff

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
TOL34,160,50

Seconda chiusura consecutiva con il segno più per le borse statunitensi. L’ottimismo che circonda le trattative tra democratici e repubblicani spinge al rialzo Wall Street e permette agli indici di chiudere nei pressi dei massimi intraday. Il Dow Jones si è fermato a 13.350,96 punti, lo 0,87% in più rispetto al dato precedente, lo S&P è salito dell’1,15% a 1.446,79 e il Nasdaq grazie a un rialzo di quasi un punto e mezzo percentuale (+1,46%) si è portato a 3.054,53. In agenda macro gli aggiornamenti relativi le partite correnti, il cui deficit è sceso da 118,1 a 107,5 miliardi nel terzo trimestre, e l’indice che misura l’andamento dell’edilizia abitativa (Nahb, National Association of Home Builders), passato da 45 a 47 punti, il livello maggiore dal 2006. Il dato ha spinto al rialzo i titoli dei costruttori di abitazioni come Beazer (+5,32%), Pulte (+3,16%) e Toll Brothers (NYSE: TOL - notizie) (+0,9%). Seduta all’insegna degli acquisti anche per Apple (+2,9%) nel giorno in cui la rivale Samsung ha ritirato la richiesta di blocco delle vendite dei prodotti made in Cupertino in Germania, Gran Bretagna, Olanda e Italia. Il titolo della mela morsicata ha inoltre capitalizzato la conferma del giudizio "outperform" da parte di Cowen.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito