Wall Street chiude contrastata, bene General Electric, crolla Intel

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi contrastati. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,4% e l' S&P 500 lo 0,3%, il Nasdaq Composite ha perso lo 0,1%. Durante l'intera settimana il Dow Jones ha guadagnato l'1,2%, l'S&P l'1% e il Nasdaq Composite lo 0,3%.
Wall Street ha registrato una ripresa verso la fine delle contrattazioni. I Repubblicani hanno annunciato che cercheranno la prossima settimana di far passare alla Camera una legge per innalzare temporaneamente il tetto del debito. L'obiettivo è di dare al Senato, che è controllato dai Democratici, più tempo per approvare un budget che preveda una riduzione del deficit. La notizia ha ridotto i timori del mercato relativi alla situazione finanziaria degli USA. A frenare gli indici statunitensi era stato in precedenza l'inatteso calo dell'indice Michigan. L'indicatore della fiducia dei consumatori è sceso questo mese ai minimi da dicembre 2011. La seduta è stata altrimenti condizionata dalla nuova pioggia di risultati arrivati dalla stagione degli utili.
General Electric ha guadagnato il 3,5%. Il conglomerato ha aumentato nel quarto trimestre l'utile ed i ricavi più di quanto atteso dagli analisti.
Morgan Stanley ha chiuso in rialzo del 7,9%. La banca d'affari ha annunciato per il quarto trimestre un utile operativo di $0,45 per azione. Il consensus era di $0,27 per azione.
Intel
ha perso il 6,3%. Il maggiore produttore al mondo di semiconduttori ha fornito un outlook sul corrente trimestre e sul 2013 inferiore alle attese del mercato.
American Express
ha chiuso in ribasso dell'1,6%. L'utile del gigante delle carte di credito è calato nel quarto trimestre del 47%.
Capital One
ha perso il 7,5%. Il gruppo finanziario ha aumentato nel quarto trimestre l'utile a $843 milioni, pari a $0,41 per azione. Gli analisti avevano previsto $1,58 per azione.
Research In Motion ha guadagnato il 6,2%. Jefferies ha alzato il suo rating sul titolo dell'impresa del BlackBerry da "Hold" a "Buy".
Visa ha perso l'1%. Robert W. Baird ha tagliato il suo rating sul titolo da "Outperform" a "Neutral".
Schlumberger ha guadagnato il 4,3%. Il leader a livello mondiale dei servizi per l'industria petrolifera ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti ed alzato il suo dividendo trimestrale del 13,6%.
Netflix ha chiuso in rialzo dell'1,5%. Janney Montgomery Scott ha promosso il titolo del leader del noleggio e della vendita di video online da "Neutral" a "Buy".

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09%  

Ultime notizie dai mercati