Italia Markets closed

Wall Street chiude contrastata, pesano commercio e retail

A24/Zap

New York, 19 nov. (askanews) - Wall Street chiude contrastata dopo che gli indici avevano toccato nuovi massimi intraday nei primi minuti di contrattazioni. Il Djia è sceso al di sotto della soglia psicologica dei 28.000 punti mentre il Nasdaq ha stabilito un nuovo record. A pesare sono stati i titoli del settore retail e la mancanza di sviluppi concreti provenienti dal fronte dei negoziati commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina. Parlando dalla Casa Bianca prima di una riunione di gabinetto, il presidente Donald Trump si è detto molto soddisfatto dell'andamento dei negoziati ma ha minacciato di inasprire i dazi contro la Cina senza accordo. "Vedremo cosa succederà con la Cina. Se non ci sarà un accordo, alzerò ancora di più i dazi", ha detto Trump. I titoli del retail sono stati oggetto di forti vendite dopo che due giganti del settore come Kohl's ( e Home Depot hanno pubblicato delle trimestrali al di sotto delle attese degli analisti. Sul fronte macro, ad ottobre i permessi per le costruzioni, che anticipano l'attività futura del settore edilizio, hanno registrato un rialzo mensile del 5% a 1,461 milioni di unità, il livello più alto registrato dal maggio 2007, contro stime per un -0,5%. Mentre l'indice che misura l'avvio di nuovi cantieri ha registrato un rialzo del 3,8% su settembre al tasso annualizzato pari a 1,314 milioni di unità. Gli economisti aspettavano un rialzo del 3,5%. Il Djia ha perso 102,37 punti, lo 0,37%, a quota 27.933,85. L'S&P 500 ha ceduto 1,84 punti, lo 0,06%, a quota 3.120,19. Mentre il Nasdaq ha guadagnato 20,72 punti, lo 0,24%, a quota 8.570,66.