Wall Street chiude in ribasso, Dow Jones -0,6%, Nasdaq -0,7%

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,6%, il Nasdaq Composite lo 0,7% e l' S&P 500 lo 0,6%. Su Wall Street hanno pesato i timori relativi all'incombente "fiscal cliff". Il Presidente della Camera dei Rappresentanti, il repubblicano John Boehner, ha accusato Barack Obama di non essere serio sul fronte dei tagli alla spesa e di volere fare precipitare l'economia nel precipizio fiscale. Gli indici statunitensi hanno incrementato i loro ribassi dopo che S&P ha tagliato l'outlook del Regno Unito a negativo.
Apple ha perso l'1,7%. L'impresa della mela ha ripristinato Google Maps su iPhone e iPad dopo il fallimento del proprio servizio di navigazione satellitare. Google ha chiuso in rialzo dello 0,7%.
Nel settore minerario Barrick Gold ha perso il 2,1%, Southern Copper l'1,2%, Newmont Mining il 2,9% e Coeur d'Alene il 2,9%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in ribasso dell'1,2%, quello dell' argento del 4,2% e quello del rame dell'1,5%. Tra i petroliferi Exxon Mobil ha perso l'1%, Chevron lo 0,2% e ConocoPhillips lo 0,6%. Il prezzo del petrolio ha chiuso anche oggi in ribasso.
Yum! Brands
ha guadagnato lo 0,2%. Goldman Sachs ha alzato il suo rating sul titolo del gigante del fast-food, che controlla le catene " Pizza Hut " e " Kentucky Fried Chicken ", da "Neutral" a "Buy".
Best Buy
ha guadagnato il 15,9%. Secondo quanto riporta "Reuters" Richard Schulze, il fondatore della maggiore catena di negozi per l'elettronica di consumo degli USA, avrebbe l'intenzione di fare una nuova offerta d buyout per la compagnia.
Clearwire
ha chiuso in rialzo del 14,9%. Sprint Nextel ha fatto un'offerta per la quota di minoranza  dell'impresa che gestisce la maggiore rete WiMax degli USA.
Lexmark
ha perso il 6,3%. Deutsche Bank ha tagliato il suo rating sul titolo del secondo produttore di stampanti degli USA a "Sell".
Ciena ha guadagnato l'1,5%. Il leader nella fornitura di infrastrutture per le reti in fibra ottica si attende un miglioramento della sua performance operativa nel 2013.
CVS Caremark ha guadagnato il 2,6%. Il maggiore distributore di farmaci su prescrizione degli USA prevede per il 2013 un utile di $3,84 - $3,98 per azione. Il consensus era di $3,40 per azione.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito