Italia markets closed

Wall Street chiude intorno alla parità dopo Oms su virus

A24/Zap

New York, 11 feb. (askanews) - Wall Street ha chiuso intorno alla parità, annullando gran parte dei guadagni che avevano portato tutti e tre gli indici principali a toccare nuovi massimi intra-day, ma sia l'S&P che il Nasdaq sono riusciti a chiudere al di sopra dei record stabiliti nella seduta precedente. L'azionario Usa è in rally grazie ai segnali di ripresa dell'economia americana e a una stagione delle trimestrali migliore delle attese.

A tenere banco è però sempre il coronavirus cinese e i suoi possibili effetti sull'economia globale. Oggi l'Organizzazione mondiale della sanità ha detto che esiste una 'possibilità realistica di fermare' la diffusione del nuovo coronavirus - il cui nome ufficiale è "Covid-19" - nel mondo. E, parlando davanti alla commissione affari finanziari della Camera, il presidente della Fed, Jerome Powell, ha notato che la Cina ha adottato ed adotterà in futuro misure per attutire l'impatto del virus sull'economia.

Ciononostante, Powell ha avvertito che l'epidemia avrà un effetto negativo sull'economia cinese nella prima meta' del 2020 e, probabilmente, avrà un impatto sull'economia Usa, anche se e' ancora troppo presto per quantificarlo. Intanto i decessi nella Cina continentale hanno superato quota 1.000 e i casi accertati sono oltre 40.000.

Il presidente Donald Trump non ha esitato a rinnovare le critiche verso la Fed e Powell accusando la banca centrale e il suo presidente di danneggiare l'economia con i tassi alti e il dollaro forte.

Il petrolio ha guadagnato del terreno riportandosi a ridosso della soglia psicologica dei 50 dollari al barile in vista dei dati sulle scorte Usa. I mercati sono in attesa di capire se la Russia si allineerà agli altri membre dell'Opec+ nel ridurre ulteriormente la produzione di greggio per far fronte a un prevedibile calo della domanda in seguito al virus cinese. Il contratto Wti a marzo ha guadagnato 0,37 dollari, lo 0,7%, a quota 49,94 dollari al barile.

Il Djia ha lasciato sul terreno 0,48 punti, lo 0,00%, a quota 29.276,34. L'S&P 500 è cresciuto di 5,66 punti, lo 0,17%, a quota 3.357,75. Mentre il Nasdaq ha aggiunto 10,55 punti, lo 0,11%, a quota 9.638,94.