Italia Markets closed

Wall Street, chiude piatta in attesa novità da negoziati Usa-Cina

A24/Zap

New York, 14 nov. (askanews) - Wall Street chiude contrastata grazie a un recupero nel finale che ha portato l'S&P 500 su nuovi massimi. A pesare sugli indice è stata la nuova frenata sul fronte dei negoziati commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina. Secondo la stampa americana, dopo le aperture delle scorse settimane, le trattative hanno incontrato dei nuovi ostacoli: Washington vorrebbe maggiori garanzie in tema di proprietà intellettuale, mentre Pechino starebbe facendo resistenza per quanto riguarda gli acquisti di prodotti agricoli.

I mercati attendono anche chiarimenti sul fronte dei dazi sulle auto provenienti dall'Unione Europea, dal Giappone e dalla Corea del Sud.

Sul fronte macro, i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono saliti dello 0,4% ad ottobre, contro attese per un +0,3%. Ma su base annuale, l'indice ha registrato un ulteriore rallentamento dell'inflazione che è cresciuta solo dell'1,1%, il passo più lento dall'ottobre 2016. Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono invece aumentate di 14.000 unità a 225.000 unità; le attese erano per un dato a 215.000 unità. Il petrolio a dicembre a New York ha perso 0,35 dollari, lo 0,6%, a 56,77 dollari al barile.

Il Dow Jones ha perso 1,63 punti, lo 0,01%, a quota 27.781,96. L'S&P 500 è salito di 2,60 punti, lo 0,08%, a quota 3.096,64 punti. Il Nasdaq ha invece lasciato sul terreno 3,08 punti, lo 0,04%, a quota 8.479,02 punti.