Italia Markets close in 4 hrs 20 mins

Wall Street chiude in rialzo dopo discorso Trump su Iran

A24/Zap

New York, 8 gen. (askanews) - Wall Street ha chiuso in rialzo, con il Nasdaq su nuovi massimi, riprendendo il rally innescato a metà dicembre in seguito al riavvicinamento sul fronte commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina, dopo che il presidente Usa, Donald Trump, ha escluso un ulteriore ricorso alle armi nella crisi con l'Iran, se non ci saranno nuovi attacchi.

Il presidente ha detto che Washington farà ricorso a nuove sanzioni contro l'Iran, ma non all'uso della forza militare. Parlando dalla Casa Bianca dopo gli attacchi missilistici iraniani contro due basi statunitensi in Iraq, compiuti la scorsa notte come rappresaglia per l'assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani, avvenuto a Baghdad il 3 gennaio, Trump ha detto che "sembra che l'Iran stia indietreggiando".

In seguito all'allentamento delle tensioni in Medio Oriente l'oro ha perso lo 0,9% (il contratto a febbraio è sceso di 14,10 dollari a 1.560,20 dollari l'oncia) mentre il rendimento del titolo di Stato Usa a dieci anni sale di quasi mezzo punto base.

Il petrolio che già era in negativo dopo un rialzo inatteso delle scorte di greggio Usa, ha accentuato le perdite ed è scivolato sotto i 60 dollari al barile. Il contratto del greggio con scadenza a febbraio ha perso 3,09 dollari, il 4,9%, a 59,61 dollari al barile.

Sul fronte macroeconomico, il settore privato Usa ha aggiunto 202.000 posti di lavoro, superando le stime per 150.000 nuovi impieghi.

Il Djia ha guadagnato 161,45 punti, lo 0,56%, a quota 28.745,13. L'S&P 500 è salito di 15,89 punti, lo 0,49%, a quota 3.253,04. Il Nasdaq ha aggiunto 60,66 punti, lo 0,67%, a quota 9.129,24.