Italia markets closed

Wall Street chiude in rialzo, Nasdaq annulla perdite per il 2020

A24/Zap

New York, 7 mag. (askanews) - Wall Street ha chiuso in rialzo ma lontano dai massimi di giornata, dopo che il petrolio ha invertito in tendenza chiudendo in negativo per la seconda seduta di fila.

A sostenere i rialzi sono stati i dati sulle esportazioni cinesi che sono salite a sorpresa, aumentando l'ottimismo per la ripresa dell'attività economica. Ad aprile le esportazioni in Cina sono salite del 3,5% contro attese per un calo di oltre il 15%.

Il dato ha aiutato gli investitori ad ignorare quello sulle nuove richieste di disoccupazione che la scorsa settimana, negli Stati Uniti, sono salite di 3,16 milioni di unità; contro attese per un +3,05 milioni. In sette settimane, le richieste di nuovi sussidi sono state circa 33,5 milioni. Un mese fa, le nuove richieste erano ai minimi degli ultimi 50 anni (a poco più di 200.000 alla settimana).

Il Nasdaq ha nuovamente fatto meglio degli altri due indici grazie ai rialzi dei titoli delle grandi aziende tecnologiche americane come Netflix, Amazon, Microsoft, Apple e Alphabet (Google). L'indice a forte connotazione tecnologica ha brevemente oltrepassato la soglia psicologica dei 9.000 punti ed è riuscito a cancellare tutte le perdite messe a segno da inizio anno.

Dopo una seduta caratterizzata dall'elevata volatilità, il petrolio Wti a giugno ha perso 0,44 dollari, l'1,8%, a 23,55 dollari al barile.

Il Djia ha guadagnato 211,25 punti, lo 0,89%, a quota 23.875,89. L'S&P 500 ha aggiunto 32,77 punti, l'1,15%, a quota 2.881,19. Mentre il Nasdaq ha allungato di 125,27 punti, l'1,41%, a quota 8.979,66.