Italia Markets closed

Wall Street chiude sopra la parità malgrado incertezze commercio

A24/Zap/Glv

New York, 5 dic. (askanews) - Wall Street chiude in rialzo una seduta caratterizzata dalla volatilità, con l'attenzione dei mercati concentrata sui negoziati commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina. Il Dow Jones ha guadagnato 28,01 punti, lo 0,10%, a quota 27.677,79. L'S&P 500 ha aggiunto 4,67 punti, lo 0,15%, a quota 3.117,43. Il Nasdaq è avanzato di 4,03 punti, lo 0,05%, a quota 8.570,70.

Il presidente americano Donald Trump ha ribadito che i negoziati con Pechino vanno avanti ma non ha fornito indicazioni sull'intenzione o meno di Washington di imporre nuovi dazi sui prodotti provenienti dalla Cina a partire dal 15 dicembre. In precedenza, il portavoce del ministero del commercio cinese Gao Feng aveva confermato che le discussioni tra le parti procedono ma ha ribadito che Pechino pretende la rimozione di tutti i dazi prima di procedere con un accordo di "fase uno".

Gli investitori hanno anche metabolizzato una serie di dati macroeconomici migliori delle attese. Il deficit commerciale a ottobre è sceso ai minimi da 16 mesi; le richieste dei sussidi di disoccupazione sono diminuite al livello più basso in sette mesi; gli ordini alle fabbriche sono tornati a crescere a ottobre.

Inizialmente, gli indici sono stati penalizzati dalle notizie provenienti dalla politica interna dopo che la speaker della Camera statunitense Nancy Pelosi ha chiesto alla commissione Giustizia di procedere con la preparazione degli articoli di impeachment contro Trump.

I mercati guardano anche a Vienna, dove domani l'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec) si incontrerà con i suoi alleati. La speranza è che le parti trovino un accordo per prolungare e aumentare i tagli alla produzione di greggio. Alla luce di voci discordanti sulle intenzioni dei vari paesi membri, il petrolio a New York a gennaio ha chiuso invariato a 58,43 dollari al barile.