Wall Street contrastata, focus sui buoni conti di Cisco

New York � Dopo il rosso di ieri, Wall Street avvia la sessione in modo contrastato. Gli investitori continuano a mostrarsi preoccupati per la questione del fiscal cliff dopo che ad ottobre il deficit di bilancio in America è aumentato a 120 miliardi di dollari rispetto ai 98,47 dello stesso periodo dello scorso anno. Lo S&P 500 è sceso -3,8% dalla rielezione di Barack Obama a presidente degli Stati Uniti. L'indice è in calo anche -6,2% rispetto al massimo dell'anno testato lo scorso 14 settembre. Il guadagno nel 2012 è +9,3%. Intanto, la seduta odierna sarà caratterizzata da una carrellata di dati macro. Nel mese di ottobre, le vendite al dettaglio degli Stati Uniti sono scese dello 0,3% mensile, peggio delle attese. Nel mese di ottobre, l' indice dei prezzi alla produzione è sceso -0,2%, contro il rialzo atteso +0,1%. In calendario, oggi, anche le scorte delle imprese di settembre che dovrebbero salire dello 0,4% dallo 0,6% di agosto. In serata, due ore prima della chiusura di Wall Street, è prevista la pubblicazione delle minutes del FOMC, ossia dei verbali dell'ultima riunone della Fed del 23 e 24 ottobre scorsi. Tra i titoli, occhio a Cisco, che ha riportato utili migliori delle attese. Il mercato premia il titolo, che balza +8% circa prima dell'avvio delle contrattazioni ufficiali. Il produttore di infrastrutture di computer ha reso noto che l'utile per azione si è attestato a 48 centesimi per azione nel primo trimestre fiscale, contro le attese degli analisti, che erano per un attivo per azione di 46 centesimi per azione. Bene anche Juniper Networks, secondo maggiore produttore di infrastrutture. "Visto che Cisco sta assistendo a un miglioramento, esiste la possibilità che il resto del settore tecnologico faccia lo stesso - ha commentato in una intervista a Bloomberg Chris Beauchamp, analista di mercato presso IG, a Londra - Tale fattore dovrebbe contribuire al sentiment positivo". In ambito valutario, l'euro, scambia con +0,36% a $1,2748. Dollaro/yen +1,13% a JPY 80,27, euro/yen +1,53% a JPY 102,35. Riguardo alle materie prime, i commodities, i futures sul petrolio piatti con +0,25% a $85,59 al barile, mentre le quotazioni dell'oro -0,17% a $1,721.90.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 17:48 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 17:45 CEST
Dow Jones 16.380,05 0,72% 18:04 CEST
Nikkei 225 14.417,68 +3,01% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati