Wall Street, il Dow Jones e il Nasdaq incrementano i ribassi

I principali indici azionari statunitensi sono a metà seduta negativi. Il Dow Jones perde al al momento lo 0,5% e il Nasdaq Composite lo 0,8%. Su Wall Steet pesano i timori legati all'incombente "fiscal cliff". Il Presidente della Camera dei Rappresentanti, il repubblicano John Boehner, ha accusato la Casa Bianca di non essere seria sul fronte dei tagli alla spesa e di volere fare precipitare l'economia nel precipizio fiscale. Gli indici statunitensi hanno incrementato i ribassi dopo che S&P ha tagliato l'outlook del Regno Unito a negativo. I titoli high-tech soffrono in particolar modo. Intel perde lo 0,8%, Apple l'1,8% e Microsoft lo 0,9%. I minerari ed i petroliferi scendono sulla scia dei prezzi delle materie prime. Alcoa perde lo 0,6% e Exxon Mobil l'1,1%. Yum! Brands guadagna lo 0,2%. Goldman Sachs ha alzato il suo rating sul titolo del gigante del fast-food, che controlla le catene " Pizza Hut " e " Kentucky Fried Chicken ", da "Neutral" a "Buy". Best Buy sale del 15,4%. Secondo quanto riporta "Reuters" Richard Schulze, il fondatore della maggiore catena di negozi per l'elettronica di consumo degli USA, avrebbe l'intenzione di fare una nuova offerta d buyout per la compagnia. Clearwire guadagna il 14,6%. Sprint Nextel ha fatto un'offerta per la quota di minoranza dell'impresa che gestisce la maggiore rete WiMax degli USA. Lexmark perde il 6,8%. Deutsche Bank ha tagliato il suo rating sul titolo del secondo produttore di stampanti degli USA a "Sell".

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito