Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    48.659,34
    -128,11 (-0,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.788,10
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1320
    +0,0108 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8488
    +0,0076 (+0,91%)
     
  • EUR/CHF

    1,0440
    -0,0043 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,4471
    +0,0296 (+2,09%)
     

Wall Street: futures in rialzo in attesa dato clou sull'inflazione Usa e dopo bilancio JP Morgan

·2 minuto per la lettura

Futures poco mossi nell'attesa della pubblicazione del dato clou sull'inflazione Usa, che verrà reso noto alle 14.30 ora italiana. I futures sul Dow Jones salgono dello 0,12% a 34.306 punti; i futures sul Nasdaq avanzano dello 0,46% a 14.720 mentre i futures sullo S&P 500 riportano un rialzo dello 0,19% a 4.349 punti. Per ora i tassi sui Treasuries Usa a 10 anni sono in ribasso, scendono all'1,568%. In un momento in cui la fiammata dell'inflazione interessa diverse aree del pianeta, in particolare Stati Uniti, Eurozona e Regno Unito, tutti i dati sul trend dei prezzi sono attentamente monitorati dagli economisti e dagli strategist, che cercano di anticipare le mosse delle banche centrali. Il dato è l'indice dei prezzi al consumo di settembre che, secondo gli analisti intervistati dall'agenzia di stampa Dow Jones, è atteso salire su base mensile dello 0,3%, e del 5,3% su base annua. Escluse le componenti più volatili rappresentate dai prezzi dei beni alimentari ed energetici, il dato core dell'inflazione è previsto aumentare dello 0,3% su base mensile e del 4% su base annua. Intanto, sul fronte societario, conm la pubblicazione del bilancio del terzo trimestre dell'anno di JP Morgan, è partita oggi la stagione degli utili trimestrali Usa: JP Morgan Chase, prima grande banca Usa a riportare gli utili del terzo trimestre, ha battuto le attese sfornando utili per 9,6 miliardi di dollari con EPS di 3,03 $. Considerando il rilascio della riserva netta di 2,1 mld di dollari e 566 milioni di agevolazioni fiscali , l'eps è salito a 3,74 dollari per azione contro i 3 dollari per azione stimati dagli analisti (consensus Refinitiv). I ricavi sono aumentati dell'1% a 29,65 miliardi di dollari nel trimestre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli