Italia markets close in 1 hour 48 minutes
  • FTSE MIB

    24.462,60
    -137,75 (-0,56%)
     
  • Dow Jones

    33.786,06
    +108,79 (+0,32%)
     
  • Nasdaq

    14.006,30
    +10,20 (+0,07%)
     
  • Nikkei 225

    29.620,99
    +82,29 (+0,28%)
     
  • Petrolio

    61,37
    +1,19 (+1,98%)
     
  • BTC-EUR

    53.670,83
    +601,53 (+1,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.379,00
    +3,22 (+0,23%)
     
  • Oro

    1.736,30
    -11,30 (-0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    4.145,34
    +3,75 (+0,09%)
     
  • HANG SENG

    28.900,83
    +403,58 (+1,42%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.973,27
    +6,28 (+0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8675
    -0,0015 (-0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,1031
    +0,0034 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,5021
    +0,0047 (+0,31%)
     

Wall Street futures sull'attenti dopo chiusura contrastata in attesa Fed. Tassi Treasuries in rialzo oltre l'1,63%

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Borsa Usa sull'attenti, in attesa dell'annuncio della Federal Reserve, in calendario nella giornata di oggi (19 circa ora italiana). Nervosismo palpabile, anche a causa dei tassi sui Treasuries decennali che tornano a salire, balzando sopra la soglia dell'1,63%, e oscillando attorno ai massimi in più di un anno. Nella sessione della vigilia di Wall Street il Dow Jones Industrial Average ha perso 129 punti (-0,4%), a 32.825,95 punti; lo S&P 500 ha ceduto lo 0,2% dopo aver testato un nuovo record intraday e ha chiuso a 3.962,71, mentre il Nasdaq Composite è salito dello 0,1% a 13.471,57 punti. Le parole che il numero uno Jerome Powell proferirà durante la conferenza stampa successiva all'annuncio dei tassi (che i mercati scontano inchiodati allo zero) determineranno il sentiment dell'azionario e dell'obbligazionario mondiale per i prossimi giorni/settimane. In generale i mercati penderanno letteralmente dalle labbra della Fed, in particolare da quanto emergerà dal comunicato della Fed o da cosa dirà il presidente Jerome Powell. Secondo alcuni economisti interpellati, potrebbero emergere segnali sull'intenzione della Fed di aumentare i tassi dallo zero nel 2023. Allo stesso tempo, alcuni esponenti potrebbero suggerire un aumento dei tassi già a partire dal prossimo anno. In attesa del verdetto del Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, i futures Usa sono poco mossi. Ieri a Wall Street il Nasdaq ha fatto meglio degli altri indici - lo S&P 500 e il Dow Jones viaggiano comunque a livelli record - sulla scia dei guadagni che hanno interessato Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Alphabet, il colosso a cui fa capo Google.