Italia Markets close in 5 hrs 47 mins

Wall Street in buon rialzo dopo job report. I titoli buy e sell

Davide Pantaleo
 

Dopo il forte ribasso di ieri che ha colpito in particolar modo il settore high-tech, la piazza azionaria americana si prepara a rimbalzare. I futures sui principali indici viaggiano in progresso e vedono il contratto sull'S&P500 salire dell'1,39%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che si apprezza dell'1,55%.

Il mercato ha limato i guadagni dopo la diffusione del primo dato macro di oggi, da cui sono arrivate indicazioni contrastanti, salvo poi tornare ad irrobustirsi.
A dicembre il tasso di disoccupazione si è attestato al 3,9%, in rialzo rispetto al 3,7% di novembre. Il dato ha deluso le attese del mercato che si era preparato ad una conferma al 3,7%.

Sempre a dicembre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è stato pari a 312mila unità, in forte rialzo rispetto alla lettura precedente rivista verso l'alto da 155mila a 176mila unità. L'indicazione odierna ha battuto le previsioni degli analisti che puntavano ad un incremento meno marcato a 180mila unità.
Da segnalare che anche la lettura di ottobre è stata rivisitata al rialzo da 237mila a 274mila unità.

A dicembre la retribuzione media oraria ha evidenziato un incremento dello 0,4% rispetto allo 0,2% di novembre e allo 0,3% del consensus. 

Gli investitori attendono di conoscere un altro aggiornamento macro in arrivo dopo l'avvio delle contrattazioni. Si tratta del dato finale dell'indice PMI servizi di dicembre per il quale si prevede una conferma della lettura preliminare a 53,4 punti, in calo rispetto ai 54,7 punti di novembre.

Da segnalare inoltre un discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, oltre al quale parlerà anche Raphael Bostic, a capo della Fed di Atlanta (BSE: ATLANTA.BO - notizie) .

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com

Sul fronte valutario intanto il dollaro si rafforza ulteriormente contro lo yen, salendo a quota 108,30, ma il biglietto verde si spinge in avanti anche rispetto all'euro che viaggia ora in area 1,138.

In forte rialzo il petrolio che viene fotografato poco oltre i 48 dollari al barile, mentre tira il fiato l'oro che indietreggia in area 1.288,5 dollari l'oncia.

Tra i vari titoli da seguire Carlyle Group dopo che Goldman Sachs (NYSE: GS-PB - notizie) ha migliorato il rating a "buy", con un prezzo obiettivo a 21 dollari.

Una promozione per Nike (Swiss: NKE-USD.SW - notizie) è arrivata invece da Bmo Capital, i cui analisti hanno modificato la raccomandazione da "market perform" ad "outperform", con un target price migliorato da 5 a 7,5 dollari.

I colleghi di Rbc Capital sono invece intervenuti su United Technologies, con un taglio del rating da "outperform" a "sector perform" e un fair value che scende da 139 a 119 dollari.

UBS (Londra: 0QNR.L - notizie) invece ha ribadito il rating "neutral" su FedEx (Swiss: FDX-USD.SW - notizie) con un prezzo obiettivo ridotto da 205 a 171 dollari, mentre Goldman Sachs ha promosso Celgene (Swiss: CELG-USD.SW - notizie) da "sell" a "neutral", con un target price aumentato da 71 a 88 dollari.

Apple (NasdaqGS: AAPL - notizie) finisce sotto la lente di Citigroup (NYSE: C - notizie) che da una parte ha reiterato la raccomandazione "buy", ma dall'altra ha abbassato il fair value da 200 a 170 dollari, dopo la revisione della guidance sui ricavi del primo trimestre dell'esercizio 2019.
 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online