Wall Street in cerca del rimbalzo ma con grande cautela

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
INTC27,040,11
SBUX70,150,64

Si prevede una partenza in frazionale rialzo per la piazza azionaria americana che dopo il nuovo calo di ieri sembra intenzionata a riprendere la via dei guadagni. I futures sugli indici, pur avendo ridotto i guadagni rispetto alla mattinata, si presentano ancora poco al di sopra della parità, con il contratto sull’S&P500 in rialzo dello 0,14%, seguito da quello sul Nasdaq100 che mostra un frazionale progresso dello 0,02%. Dal fronte macro sono arrivate indicazioni in chiaroscuro visto che la stima ADP (Euronext: ADP.NX - notizie) per il mese di novembre ha evidenziato la creazione di 118mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, in frenata rispetto alla lettura precedente che è stata rivista al ribasso da 158mila a 157mila unità. Il dato ha deluso le attese che parlavano di un calo più contenuto a 125mila unità. La produttività non agricola del terzo trimestre ha evidenziato nella lettura definitiva un rialzo del 2,9%, il più ampio dal 3° trimestre del 2010, rispetto all‘1,9% dell’indicazione preliminare e al 2,7% messo in conto dal mercato. Il costo unitario del lavoro è calato invece dell‘1,9% in confronto allo 0,1% della lettura preliminare, mentre le stime erano per una contrazione dello 0,9%. Il mercato attende di conoscere ora altri due dati macro che saranno diffusi mezz’ora dopo l’avvio degli scambi. Si tratta degli ordini alle imprese che ad ottobre dovrebbero attestarsi sulla parità rispetto al rialzo del 4,8% di settembre, mentre l’indice ISM non manifatturiero di novembre è atteso a 53,7 punti dai 54,2 della rilevazione precedente. Tra i vari titoli da seguire Intel (NasdaqGS: INTC - notizie) dopo che Raimond James ha ridotto la raccomandazione sul titolo da “market perform” ad “underperform”. Sotto i riflettori anche Starbucks (NasdaqGS: SBUX - notizie) che ha reso noto oggi il suo programma di sviluppo internazionale che mira all’espansione in America e in Cina. Il gruppo prevede l’apertura di 3000 nuovi store in America entro il 2017, mentre in Cina si prepara a diventare il secondo maggior mercato già a partire dal 2014.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.417,53 0,00% 02:16 CEST

Ultime notizie dai mercati