Wall Street mira a riprendere la via dei guadagni

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
RBCI.ME0,00

Dopo la chiusura poco mossa di ieri, che ha visto i tre indici principali presentarsi al suono della campanella preceduti da segni diversi, anche la giornata non dovrebbe riservare particolari sorprese almeno in avvio per la piazza azionaria americana. I futures sui principali indici si muovono appena sopra i valori del close di ieri, con un frazionale rialzo dello 0,1% sia per il contratto sull’S&P500 che per quello sul Nasdaq100. Il mercato non ha dato vita a particolari reazioni dopo la diffusione del primo dato macro di oggi, rappresentato dalle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che nell’ultima settimana sono scese a 410mila unità, rispetto alla lettura precedente che è stata rivista al rialzo da 439mila a 451mila untà. L’indicazione odierna si è rivelata mgliore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un calo meno accentuato a 420mila unità. Il mercato attende di conoscere altri aggiornamenti macro che saranno diffusi dopo l’apertura di Wall Street. Si tratta del dato definitivo della fiducia Michigan di novembre per il quale le stime parlano di una lettura pari a 84,9 punti, in linea con l’indicazione preliminare, ma in rialzo rispetto agli 82,6 di ottobre. In agenda anche il superindice che ad ottobre dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,1% rispetto allo 0,6% precedente.

Alle 16.30 ora italiana si guarderà ai prezzi del petrolio in vista della diffusione del report sulle scorte strategiche Usa da parte del Dipartimento dell’energia statunitense. Ancora sotto i riflettori Hewlett-Packard che dopo la delusione legata ai risultati trimestrali, è stato bocciato da Rbc (MCX: RBCI.ME - notizie) , i cui analisti hanno deciso di ridurre la raccomandazione sul titolo da “outperform” a “sector perform”.

, Sempre in tema di risultati societari da seguire Deere & Company (Dusseldorf: 924235.DU - notizie) che ha presentato i conti del quarto trimestre dell’ultimo esercizio fiscale. Il periodo considerato è stato archiviato con un utile pari a 687,6 milioni di dollari, in crescita rispetto ai 669,6 milioni dello stesso trimestre del precedente esercizio fiscale. Il risultato per azione è stato pari a 1,75 dollari, attestandosi al di sotto degli 1,88 messi in conto dagli analisti. In crescita anche il fatturato che è aumentato del 14% a 9,79 miliardi di dollari, superando ampiamente le previsioni della comunità finanziaria che si era preparata ad un giro d’affari più basso a 8,9 miliardi di dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 16 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 16 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 16 apr 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 16 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 16 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.397,85 0,14% 05:54 CEST

Ultime notizie dai mercati