Wall Street non si sbilancia dopo il rally

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
DWD.DE21,480,02
C47,890,33

La cautela torna a fare da padrona anche sulla piazza azionaria americana che, dopo il poderoso rally della vigilia, sembra intenzionata a tirare il fiato. Questo è quanto viene anticipato dai futures sui principali indici che vedono il contratto sull’S&P500 scendere dello 0,05%, seguito da quello sul Nasdaq100 che arretra dello 0,01%. I futures non riescono a trovare sostegno nelle indicazioni arrivate dal fronte macro, che pure hanno restituito un quadro a due velocità. A dicembre, in base alla stima ADP, sono stati creati 215mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, in rialzo rispetto alla lettura precedente che è stata rivista da 118mila a 148mila unità, a fronte della previsione di un dato pari a 140mila unità. A deludere sono state le nuove richieste di sussidi di disoccupazione, salite a 372mila unità, rispetto alla lettura precedente rivista da 350mila a 362mila unità. In questo caso le aspettative della comunità finanziaria erano per un rialzo meno marcato a 365mila unità. L’attenzione degli investitori si sposterà alle 17 ora italiana sui prezzi del petrolio visto che saranno diffuse le scorte strategiche di oro nero da parte del Dipartimento dell’energia statunitense. Due ore prima del close si guarderà alle minutes del FOMC, ossia ai verbali dell’ultima riunione della Fed tenutasi a dicembre 2012. Tra i vari titoli da seguire Citigroup (NYSE: C - notizie) dopo che Sterne Agee ha rivisto al rialzo il rating sul titolo da “neutral” a “buy”, fissando un prezzo obiettivo su 12 mesi a 50 dollari. Nel comparto finanziario uno sguardo a Morgan Stanley (Xetra: 885836 - notizie) , dopo che gli analisti di Suntrust hanno deciso di rivedere la loro strategia sul titolo, tagliando la raccomandazione da “neutral” a “reduce”.

, Sul versante high-tech possibili movimenti per Cisco System che oggi dovrebbe beneficiare della promozione arrivata da Rbc, i cui analisti hanno rivisto verso l’alto il rating sul titolo da “sector perform” ad “outperform”.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito