Wall Street: ottima fine … miglior inizio!

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
HPQ31,930,19
^DJI16.530,10+28,45
ABT38,470,13
TGT61,230,49
DLTR51,450,06

In effetti la domanda da porsi, proprio per non rischiare di svegliarsi bruscamente, sarebbe: è giustificata questa euforia? I dati economici e le prospettive possono alimentare un simile ottimismo? Un “pieno” (minimo in apertura e massimo in chiusura) come quello odierno ha riportato lo S&P500 oltre quota 1.462 punti, ed il Nasdaq ha guadagnato più di tre punti percentuali, sono numeri davvero importanti per un’economia ancora balbettante come quella Usa, “imbottita” di QE (1,2,3 … e chi più ne ha più ne metta).

Il “sì” molto parziale della Camera dei Rappresentanti, che ha sancito la spaccatura del partito repubblicano lo si può considerare come una specie di vittoria per Obama, ma personalmente non mi convince che “l’altra parte della medaglia” e cioè il taglio delle spese sia stato rinviato di due mesi.

I rinvii non mi sono mai piaciuti, è vero che a volte anziché prendere decisioni sbagliate è meglio rinviarle, ma non è questo il caso, qui non si deve decidere se fare o non fare, bensì come fare, o meglio dove agire, ed allora avrei preferito che fosse stata presa una decisione.

Fra due mesi altro braccio di ferro? E l’ammontare totale del debito pubblico americano? Sta galoppando ad un ritmo infernale, attenzione perché prima o poi tutti i nodi vengono al pettine.

In effetti, però, oggi si doveva festeggiare anche il ritorno sopra la fatidica quota dei 50 punti dell’indice ISM manifatturiero, salito dai 49,5 di novembre ai 50,7 (consenso 50,5) di dicembre. Il buon dato è da attribuire per intero al sottoindice relativo all’occupazione aumentato da 48,4 a 52,6 punti, mentre quello relativo alla produzione, contemporaneamente, è sceso da 53,7 a 52,6 punti.

, In calo a sorpresa le spese per costruzione a novembre (-0,3%), gli economisti avevano previsto, invece, un aumento dello 0,5%; rivisto al ribasso anche il dato di ottobre.

Insomma un colpo al cerchio ed uno alla botte, ma diamo un’occhiata in particolare ai titoli che hanno maggiormente mosso il mercato.

Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) (+2,35%) i migliori titoli di giornata sono stati: Hewlett Packard (NYSE: HPQ - notizie) (+5,40%), Caterpillar (+4,34%) e AT&T (+3,83%).

Per la seconda seduta consecutiva non c’è stato alcun ribasso.

S&P500 (+2,54%) oltre cinque punti percentuali di guadagno per Metlife (+6,71%), Capital One Fin. (+5,70%), Dell (+5,33%) ed eBay (+5,08%).

Due soltanto i ribassi: Emc Corp. (-1,82%) e Target Corp (NYSE: TGT - notizie) (-0,59%). Ricordiamo inoltre che Abbott Laboratories (NYSE: ABT - notizie) ha oggi “sdoppiato” le azioni, per cui il teorico -51,07% è da leggersi come +2,27%.

Nasdaq (+3,07%) miglior titolo di giornata Alexion Pharma (+6,73%) seguito da Viacom (+6,20%) e Regeneron Pharma (+5,92%).

Anche in questo caso due soli i ribassi, si tratta di Dollar Tree (NasdaqGS: DLTR - notizie) (-1,63%) e CH Robinson Worldwide (NasdaqGS: CHRW - notizie) (-0,09%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.182,94 0,22% 17:16 CEST
Ftse 100 6.696,50 0,33% 17:16 CEST
Dax 9.533,93 0,11% 17:16 CEST
Dow Jones 16.531,00 0,18% 17:31 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati