Wall Street prova ad allungare il passo

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
ORCL40,460,22
BA127,550,27

Anche la seduta odierna dovrebbe lasciare spazio agli acquirenti sulla piazza azionaria americana che ieri ha visto i tre indici principali terminare gli scambi in rialzo sui massimi intraday. Lo shopping dovrebbe proseguire oggi, visto che i futures si muovono tutti al di sopra della parità, con il contratto sull’S&p500 in salita dello 0,07%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che avanza dello 0,24%. Il primo dato macro di oggi non ha dato vita a particolare reazioni da parte del mercato, trattandosi peraltro di un market mover non particolarmente rilevante. Nel terzo trimestre il deficit delle partite correnti si è attestato a 107,5 miliardi di dollari, in contrazione rispetto alla lettura precedente che è stata rivista al ribasso da 117,4 a 118,1 miliardi. L’indicazione odierna si è rivelata peggiore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un dato pari a 103,1 miliardi di dollari. Il mercato attende di conoscere un altro aggiornamento macro che sarà diffuso mezz’ora dopo l’avvio degli scambi. Si tratta dell’indice Nahb relativo al mercato immobiliare, per il quale le attese a dicembre parlano di una lettura pari a 46 punti, in linea con l’indicazione del mese precedente. Intanto a tenere banco sono le trattative sul fiscal cliff per le quali sarebbe stato compiuto un passo in avanti, dopo che il presidente Obama avrebbe concesso di aumentare le imposte sui redditi superiori ai 400mila dollari l’anno e non più a quelli oltre i 250mila dollari come richiesto in precedenza. Sembra che ci sia una minore divergenza tra le posizioni di Repubblicani e Democratici in tema di fiscal cliff e tanto basta per far sperare nel raggiungimento di un accordo entro fine anno.

, Tra i vari titoli da seguire Boeing (NYSE: BA - notizie) che ha reso noto di aver aumentato del 10% il suo dividendo, e di aver riavviato al contempo il piano di acquisto di azioni proprie che prevede uno shopping compreso tra 1,5 e 2 miliardi di dollari di titoli. Da monitorare anche AIG che reso noto di aver ceduto la restante parte della sua partecipazione in AIA per 6,4 miliardi di dollari. Il gruppo assicurativo ha venduto circa 1,65 miliardi di titoli, pari al 13,7% del capitale di AIA. Infine, ricordiamo che in serata, dopo la chiusura dei listini, i riflettori saranno puntati su Oracle (NasdaqGS: ORCL - notizie) che presenterà i risultati del secondo trimestre dell’esercizio 2012-2013, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,61 dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.892,75 0,19% 11:30 CEST
Eurostoxx 50 3.193,09 0,21% 11:06 CEST
Ftse 100 6.679,87 0,03% 11:06 CEST
Dax 9.581,13 0,20% 11:06 CEST
Dow Jones 16.514,37 0,40% 22 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati