Wall Street ancora prudente

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
F16,070,23
MOOF.EX0,00
WYR.HM148,400,00
^DJI16.424,85+162,29

Partiva male la Borsa statunitense, dopo un’ora dalla campanella iniziale, però, si toccava il minimo, e da lì iniziava un bel recupero che riportava gli indici sulla parità, ma nelle ultime ore di contrattazione a prevalere era ancora la prudenza e sono tornate le vendite “di paura” che hanno di nuovo ricacciato i listini in territorio negativo.

La crisi spaventa e non sembra ci sia una convergenza sui rimedi da attuare, la Grecia è data per spacciata e quindi al momento preoccupa più il possibile effetto domino che parte con Portogallo e Spagna, impegnate in politiche di rigore.

Con questa seduta lo S&P500 è tornato sulle quotazioni di inizio marzo, niente di drammatico, ma ora il trend ribassista è chiaro e occorre trovare qualcosa che cambi il sentiment dei mercati e francamente se deve succedere qualcosa questo deve avvenire in Europa.

Le elezioni anziché chiarire una situazione l’hanno complicata, la democrazia, come si sa, ha i suoi prezzi, a volti decisamente salati, stiamo a vedere gli sviluppi.

Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) (-0,75%) miglior titolo di giornata Walt Disney (+1,63%) dopo una trimestrale decisamente migliore delle attese. Seguono Microsoft (+0,85%) e Cisco Systems (NasdaqGS: CSCO - notizie) (+0,37%).

Quasi tutti i titoli hanno fatto segnare un ribasso, a partire da United Technologies (NYSE: UTX - notizie) (-2,30%) cui fa seguito Boeing (-1,79%) e JP Morgan (-1,79%).

S&P500 (-0,67%) si mettono in luce in particolari titoli del comparto tecnologico e internet, svetta infatti il biotecnologico Gilead Sciences (Xetra: 885823 - notizie) (+2,39%) che precede eBay (+0,92%), ma termina in guadagno anche Ford (NYSE: F - notizie) (+0,75%).

Anche sul fondo di classifica settori diversi, il petrolifero Occidental Petroleum (Dusseldorf: 958611.DU - notizie) (-3,05%), il bancario Bank of New York Mellon (-2,97%) ed il colosso dell’agricoltura Monsanto (EUREX: MOOF.EX - notizie) (-2,84%).

, Nasdaq (Nasdaq: ^NDX - notizie) (-0,39%) decisamente l’indice migliore di giornata che per un attimo ha anche assaporato il gusto del rialzo, è durato poco, ma comunque il calo è rimasto contenuto.

Oltre al già citato Gilead Sciences hanno terminato con un buon guadagno Netflix (+2,14%), Micron Technology (Dusseldorf: 951691.DU - notizie) (+1,92%) e Sirius XM Radio (Dusseldorf: RDO.DU - notizie) (+1,87%).

Prese di beneficio su Vertex Pharma (-5,94%), ma in calo anche l’israeliana Teva Pharma (-5,14%) e Wynn Resorts (Amburgo: WYR.HM - notizie) (-3,24%).

Domani, come ogni giovedì guarderemo con particolare attenzione ai dati macro riguardanti il mondo del lavoro, potrebbero dare una salutare boccata d’ossigeno.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 16 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 16 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 16 apr 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 16 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 16 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.402,10 0,11% 05:51 CEST

Ultime notizie dai mercati