Italia markets open in 2 hours 54 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.418,44
    -333,18 (-1,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1284
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • BTC-EUR

    50.834,72
    +2.390,09 (+4,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.432,33
    -23,08 (-1,59%)
     
  • HANG SENG

    23.956,43
    -124,09 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Wall Street in ribasso: Visa capitola del 5% dopo sberla Amazon made in UK. Tesla in rialzo dopo -15% scorsa settimana

·2 minuto per la lettura

Wall Street negativa: alle 16 circa ora italiana, l'indice Dow Jones perde lo 0,38% a 36.006 punti; il Nasdaq arretra dello 0,30% a 15.925 punti; anche lo S&P 500 cede lo 0,30% a 4.686. Protagonista tra i titoli Visa, che scivola di oltre il 5% dopo che Amazon ha annunciato che smetterà di accettare pagamenti con carte di credito Visa emesse nel Regno Unito, a partire dall'anno prossimo. Amazon ha motivato la decisione con le elevate commissioni delle transazioni che avvengono con le carte di credito Visa. Le carte di debito Visa saranno invece ancora accettate dal colosso dell'e-commerce. A Wall Street i titoli delle società retailer continuano a dominare la scena: dopo le trimestrali dei colossi Home Depot e Wal-Mart, oggi sono stati comunicati i risultati di bilancio del terzo trimestre di Lowe e Target, che hanno battuto entrambi le stime. Il titolo Target è tuttavia in ribasso di quasi il 5%, scontando le dichiarazioni del ceo, che ha affermato che l'aumento dei costi potrebbe avere un impatto sulla società, andando in avanti, visto che il gruppo, più che trasferirli sui prezzi, avrebbe intenzione di continuare ad assorbire i costi. Bene invece Lowe's, con la società che, oltre ad aver riportato un bilancio migliore delle attese, ha migliorato l'outlook sulle vendite dell'anno intero. Il titolo avanza di oltre il 2%. Molto bene a Wall Street anche il titolo dell'altra società di retail attiva nel settore dell'abbigliamento TJX, in rally del 9%: il gruppo ha riportato utili trimestrali anche in questo caso migliori delle stime, a fronte di un aumento delle vendite comparate che è stato pari a +14% su base annua. In recupero Tesla, dopo la perdita del titolo della scorsa settimana, pari a -15,4%. Ieri si è appreso che il fondatore e ceo Elon Musk ha venduto altre azioni Tesla per $930 milioni, dopo che gli smobilizzi della scorsa settimana, erano ammontati a $6,9 miliardi. Focus anche su Boeing, in crescita sulla scia della notizia dell'ordine avente per oggetto i suoi aerei 737 MAX arrivato per un valore di $9 miliardi da Akasa Air.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli