Wall Street scende per la terza seduta di fila, male Wal-Mart

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi per la terza seduta di fila in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,2%, l' S&P 500 lo 0,2% e il Nasdaq Composite lo 0,4%.
Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa dell'incombente "fiscal cliff". Se i politici statunitensi non dovessero raggiungere durante le prossime settimane un accordo l'economia potrebbe registrare il prossimo anno una contrazione. Intanto i dati macroeconomici pubblicati oggi sono stati tutt'altro che incoraggianti. Le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione sono salite la scorsa settimana negli USA, a causa del passaggio dell'uragano Sandy, ai massimi livelli da 18 mesi. L'indice Philadelphia Fed, un indicatore del settore manifatturiero, è crollato questo mese a sorpresa a -10,7 punti. Su Wall Street ha pesato anche la crescente tensione in Medio Oriente. Israele ha lanciato una nuova offensiva su Gaza. Un razzo lanciato da Hamas ha colpito oggi l'area di Tel Aviv.
Wal-Mart ha perso il 3,6%. Il primo gruppo al mondo del settore del commercio al dettaglio ha aumentato lo scorso trimestre i ricavi meno di quanto atteso dagli analisti.
Nel settore petrolifero Chevron ha perso lo 0,9% e ConocoPhillips lo 0,3%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi a New York l'1%.
I bancari registrano una ripresa. Bank of America ha guadagnato l'1,1% e J.P. Morgan Chase & Co. lo 0,3%.
NetApp
ha guadagnato l'11,4%. Il leader mondiale nelle soluzioni storage unificate ha pubblicato una convincente trimestrale ed aumentato il volume del suo programma di buy-back.
Viacom
ha guadagnato il 2,5%. Il gruppo che controlla tra l'altro MTV ha annunciato per il suo quarto trimestre fiscale un utile adjusted di $1,21 per azione. Il consensus era di $1,17 per azione.
Tra gli auriferi Barrick Gold ha perso il 2%, Freeport McMoRan l'1%, Newmont Mining il lo 0,6% e Goldcorp il 3,2%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in ribasso dello 0,9%.
Target ha guadagnato l'1,7%. La catena discount ha generato lo scorso trimestre, escluse le voci straordinarie, un utile di $0,81 per azione. Il consensus era di $0,77 per azione.
Dopo il rally di ieri Cisco Systems ha guadagnato un ulteriore 1,6%. Il leader mondiale nel networking per Internet ha annunciato che acquisterà Cloupia , un'impresa specializzata nelle soluzioni di software per i data center, per $125 milioni.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito