Wall Street si candida ad una partenza tutta in salita

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
YHOF.EX39,870,00

La nuova settimana dovrebbe partire con un ritmo sostenuto per la piazza azionaria americana che si prepara ad un avvio tutto in salita, sulla scia dei segnali positivi inviati venerdì scorso quando gli indici sono riusciti a cambiare direzione di marcia e a terminare gli scambi in progresso. A meno di un’ora dall’apertura, il future sull’S&P500 sale dello 0,94%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che avanza in maniera ancora più spedita con un vantaggio dell’1%. Gli investitori attendono con fiducia i due dati macro che saranno diffusi oggi, entrambi in agenda mezz’ora dopo l’avvio degli scambi. Si tratta delle vendite di case esistenti che in rifeimento al mese di ottobre dovrebbero attestarsi a 4,74 milioni di unità, in calo dello 0,2% rispetto alla rilevazione precedente. In calendario anche l’indice Nahb riferito al mercato immobiliare, che a novembre è atteso a 41 punti, in linea con la lettura del mese precedente.

Intanto l’ottimismo nella fase di pre-apertura è alimentato dalla scommessa del mercato per un accordo sul fiscal cliff, dopo che hanno preso il via le trattative per un’intesa su questo tema scottante. Il presidente barack Obama si è detto fiducioso su un possibile accordo prima della fine dell’anno. Tra i vari titoli da seguire Cisco Systems (Hannover: 918546.HA - notizie) che ha reso noto di aver ragginto un accordo per l’acquisto di Meraki, società specializzata nelle soluzioni di cloud networking, a fronte di un esborso di 1,2 miliardi di dollari. Sotto i riflettori Facebook e Yahoo (EUREX: YHOF.EX - notizie) che starebbero discutendo in merito ad una possibile alleanza nella ricerca online. Le indiscrezioni di stampa, riportate dal Telegraph, parlano di un incontro tra il nuovo CEO di Yahoo e il COO di facebook, per discutere di una più stretta collaborazione tra le due società.

, Da seguire Lowe’s Companies che ha diffuso i risultati del terzo timestre, archiviato con un utile pari a 396 milioni di dollari, in rialzo del 76% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il risultato per azione è stato di 0,35 dollri, in linea con le previsioni degli analisti. In crescita anche il fatturato che è aumentato da 11,85 a 12,07 miliardi di dollari, anche in questo caso al di sopra delle aspettative del mercato che si era preparato ad un giro d’affari meno corposo a 11,91 miliardi di dollari. Con riferimento all’esercizio in corso che terminerà il prossimo 1 febbraio, Lowe’s Cmpanies prevede di realizzare un utile per azione di 1,64 dollari, rispetto agli 1,64 stimati dalla comunità finanziaria.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito