Italia markets open in 8 hours 57 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1896
    +0,0051 (+0,43%)
     
  • BTC-EUR

    16.019,06
    +437,93 (+2,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    377,31
    +7,56 (+2,04%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Wall Street va meglio sotto un Congresso diviso

Leo Campagna
·5 minuto per la lettura
Wall Street va meglio sotto un Congresso diviso
Wall Street va meglio sotto un Congresso diviso

C’è chi segnala opportunità in Asia oppure nella sanità, nei trasporti e nell’industria. Ma il motore della crescita futura dipenderà sempre da 5G, intelligenza artificiale, cloud, cybersecuity

I MERCATI VANNO MEGLIO SOTTO UN CONGRESSO DIVISO

“C’è comprensibilmente molta ansia in questo momento, ma gli investitori dovrebbero evitare un errore frequente, quello di reagire agli eventi politici a breve termine piuttosto che concentrarsi sui loro obiettivi di lungo periodo” fa presente nell’articolo Perché gli investitori devono guardare oltre l’esito delle elezioni USA Matt Miller, Economista politico di Capital Group. Il cui riferimento è al fatto che, nella storia, i mercati hanno superato elezioni presidenziali contestate, gravi pandemie e recessioni economiche: sebbene non si siano solitamente manifestate tutte nello stesso anno, le crisi sono state comunque superate. Nei prossimi giorni (o settimane) la presidenza potrebbe andare ad ognuno dei due contendenti con un risultato certo: gli Stati Uniti rimangono sostanzialmente divisi come lo erano quattro anni fa, quando Trump vinse inaspettatamente le elezioni del 2016. Tradotto in pratica, significa che chiunque vinca queste elezioni avrà l’arduo compito di cercare di portare unità e di sanare le ferite di una nazione spaccata in due. Tenendo conto che dal 1933 al 2019 l’indice S&P 500 ha registrato i risultati migliori proprio sotto un Congresso diviso.

SMALL CAP PENALIZZATE

A questo proposito Marco Piersimoni, Senior Investment Manager di Pictet Am, sottolinea come la mancata vittoria schiacciante dei democratici renda meno probabile un forte sostegno alle piccole aziende americane. La scelta, in termini di decisioni di investimento, è stata quella di alleggerire l’esposizione al Russell 2000, esposto alle small cap Usa. Migliorata, invece, la view sui mercati emergenti e sull’energia pulita, oltre che sui titoli farmaceutici americani. Discorso a parte per la tecnologia: se è vero che un “governo diviso” favorisce le Big Tech, è bene ricordare, spiega nell’articolo Pictet Am: “Biden con Congresso diviso è forse scenario migliore per il mercato azionario” Piersimoni, che questi titoli hanno corso davvero molto finora.

AZIONI QUALITY GROWTH FAVORITE

Secondo Columbia Threadneedle, anche la prospettiva di un pacchetto fiscale molto sostanzioso che dia impulso al PIL nominale, aumentando la domanda di beni e servizi, attenuando i timori deflazionistici e spingendo i rendimenti obbligazionari verso l’alto, appare più bassa con un Congresso diviso. Di conseguenza, riferisce nell’articolo Voto Usa, Columbia TI: senza vittoria schiacciante Dem favoriti i titoli Big Tech Toby Nangle, Global Head of Asset Allocation di Columbia Threadneedle, le reazioni iniziali del mercato che hanno visto i rendimenti obbligazionari diminuire e le azioni quality growth mantenere la propria leadership, “sembrano ragionevoli”. La storia dice anche che i cambiamenti nelle amministrazioni presidenziali raramente portano a cambiamenti materiali fondamentali per l’economia statunitense, per cui l’attenzione di Columbia Threadneedle rimane concentrata sui fondamentali delle società in cui investe.

5G, INTELLIGENZA ARTIFICIALE, CYBERSECURITY E INFRASTRUTTURE

Gli investitori potrebbero decidere di concentrarsi su tematiche specifiche. Comparti ciclici, come alcuni segmenti industriali, energia e finanza, nuove tecnologie con potenziale di crescita a lungo termine come 5G, intelligenza artificiale e cybersecurity, infrastrutture, settore residenziale Usa ed energie pulite, potrebbero rivelarsi i potenziali vincitori nell’era successiva alle elezioni Usa del 2020. A livello globale, come spiegano nell’articolo Elezioni Usa: per gli asset a rischio uno scenario comunque favorevole gli esperti di Allianz Global Investors, la performance dei mercati potrebbe essere trainata da asset sia statunitensi che non. Alcune aree del mercato europeo potrebbero essere prese in considerazione per investimenti value e sostenibili. Inoltre i mercati emergenti della Cina e dell’Asia settentrionale potrebbero offrire un buon potenziale di crescita di lungo periodo grazie alla debolezza del dollaro Usa e al ritorno della crescita globale nel 2021.

SOSTENIBILITÀ DELL’INDUSTRIA 4.0

Dal punto di vista degli investitori, l’industria 4.0 gioca un ruolo molto importante perché comprende molti sottosettori del comparto tecnologico. Non solo grandi aziende, sottolinea nell’articolo Nell’era dell’intelligenza artificiale il lavoro degli umani servirà ancora? Bernd Kiegler, Gestore del fondo Raiffeisen Azionario Tecnologia, ma anche realtà più piccole come Zscaler, Splunk, Nvidia, Akamai o AMD, che mostrano tassi di crescita molto elevati e che stanno conquistando il mercato con i loro prodotti innovativi. Anche per l’industria 4.0 la sostenibilità ha un ruolo molto importante perché, come spiega il manager di Raiffeisen Capital Management, “non dobbiamo guardare solo alla crescita potenziale di una società, ma anche ai rischi a lungo o medio termine associati a un investimento”.

LA QUARTA ONDATA DIGITALE

Secondo GAM Investments la quarta ondata di digitale sarà più grande delle precedenti dagli anni 70 in poi, creando nuove opportunità di investimento. Il rischio per gli investitori, secondo GAM Investments, è solo quello di restare bloccati nella fase precedente e non posizionarsi per la successiva. La casa d’investimento nell’articolo GAM: Sanità, Trasporti e Industria pilastri della disruption in cui investire” individua per l’appunto in Sanità, Trasporti e Industria i ‘tre pilastri chiave’ per gli investimenti in tecnologie dirompenti nei prossimi 5-10 anni. Le opportunità nell’e-commerce e nella pubblicità hanno ancora un significativo margine di crescita sostenuto da intelligenza artificiale e automazione. Ma l’impatto sarà molto più ampio, perché circa il 50% delle attività lavorative attuali sono tecnicamente automatizzabili e 6 posti su 10 contano oltre il 30% di attività automatizzabili.

BENEFICIARE DELLA CRESCITA STRUTTURALE IN ASIA

Infine, guardando all’Asia, emerge una valutazione sottostimata in numerose aziende di consumo di alta qualità. Ne consegue che le capitalizzazioni di mercato dei titoli dei settori cinesi legati alle apparecchiature mediche, alla salute, alla farmaceutica e al biotech, rappresentino solo una piccola percentuale rispetto ai concorrenti globali. Tale quota è tuttavia destinata a registrare un incremento significativo in parallelo all’incremento del mercato delle prestazioni sanitarie in Cina. “Per tutte queste considerazioni, gli investitori hanno la possibilità di cogliere importanti opportunità di investimento nelle fasi di correzione dei mercati, sfruttando i solidi fondamentali delle società di consumo nell’ottica di beneficiare della crescita strutturale in Asia”, dichiara nell’articolo La volatilità dei mercati è un’opportunità per trarre profitto da quelli asiatici Mike Shiao, Chief Investment Officer, Invesco Greater China.