Italia markets closed

Wall Street verso avvio in calo, tornano a prevalere timori per contagio e impatto su economia

Valeria Panigada

Wall Street è prevista aprire la seduta odierna in territorio negativo, con i futures sugli indici statunitensi che si muovono sotto la parità. A poco più di mezz'ora dalla partenza, il contratto sul Dow Jones scivola dell'1,4%, quello sull'S&P500 cede 1,6% e il future sul Nasdaq segna un -1,3%. Sui mercati tornano a prevalere i timori per le conseguenze sull'economia globale legate al Covid-19, che continua a diffondersi a livello mondiale. A testimonianza di questo, dal fronte macro è giunto il pessimo dato sulle richieste di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti. Nella scorsa settimana, con lo scoppio dell'epidemia di coronavirus, le richieste sono risultate pari a 3,28 milioni unità, rispetto alle 282mila unità della settimana precedente (preliminare 281mila). Si tratta di livelli mai visti prima, che infrangono il vecchio record di 695mila richieste nel 1982. Le stime degli analisti erano per un aumento a 1,66 milioni. Passa dunque in secondo piano l'approvazione da parte del Senato Usa del piano di rilancio da 2.000 miliardi di dollari (circa 1.840 miliardi di euro) per contrastare gli effetti economici del coronavirus. Il testo ora dovrà passare l'esame della Camera, previsto per venerdì.