Italia markets open in 8 hours 12 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    -0,0028 (-0,23%)
     
  • BTC-EUR

    26.725,30
    -764,43 (-2,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    653,79
    -23,11 (-3,41%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

Wall Street verso una partenza contrastata, titoli tech giù nel pre-market

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Wall Street dovrebbe aprire la seduta di oggi in ordine sparso, con i futures sugli indici statunitensi che si muovono contrastati. A circa tre ore ore dal suono della campanella, il contratto sul Dow Jones sale dello 0,11%, mentre quello sull'S&P500 scivola dello 0,51% e il future sul Nasdaq cede oltre il 2%. I mercati guardano alle elezioni senatoriali in Georgia, che determinerà l'equilibrio politico nel Congresso degli Stati Uniti. I Democratici hanno vinto il primo seggio in gioco per il Senato Usa e sono avvantaggiati per il secondo, così da prendere il controllo di fatto della camera alta del Congresso americano, facilitando l'attuazione dei piani del futuro presidente Joe Biden. Secondo i risultati preliminari, il candidato democratico Raphael Warnock ha vinto contro il rappresentante repubblicano Kelly Loeffler, mentre l'altro democratico, Jon Ossoff, starebbe registrando un lieve vantaggio sul repubblicano David Perdue. I risultati definitivi saranno noti in giornata. A pesare però sul comparto tecnologico è il timore che Biden possa eliminare i tagli fiscali introdotti dall'amministrazione Trump e attuare una regolamentazione più severa, in particolare nei confronti dei giganti americani della tecnologia. E così nel pre-market Apple, Alhabet, Twitter e e Amazon cedono oltre il 2% e Facebook segna addirittura una flessione del 3%. Dal fronte macro giungeranno alcune indicazioni. In particolare, il sondaggio Adp sull'occupazione, gli ordini industriali e i dati sulle scorte di greggio. In serata, infine, verranno pubblicati i verbali dell'ultima riunione della Fed.