Italia markets open in 4 hours 17 minutes
  • Dow Jones

    33.815,90
    -321,41 (-0,94%)
     
  • Nasdaq

    13.818,41
    -131,81 (-0,94%)
     
  • Nikkei 225

    28.977,64
    -210,53 (-0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,2024
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    41.265,38
    -4.243,70 (-9,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.116,06
    -127,00 (-10,22%)
     
  • HANG SENG

    28.991,09
    +235,75 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.134,98
    -38,44 (-0,92%)
     

Webuild chiude 2020 con utile adjusted 275,4 million, dividendo proposto 0,055 euro

·1 minuto per la lettura

ROMA (Reuters) - Webuild ha chiuso il 2020 con un utile netto adjusted di 275,4 milioni di euro e il cda ha proposto all'assemblea del 30 aprile la distribuzione di un dividendo da 0,055 per ciascuna ordinaria o risparmio.

Il portafoglio ordini 2020 è pari a 41,7 miliardi.

Webuild ha finalizzato il 5 novembre l'acquisto del 66,1% di Astaldi per 225 milioni di euro.

I ricavi, aggiustati per considerare l'apporto di Astaldi per 2 mesi, sono pari a 5,3 miliardi (salirebbero a 6,4 mld considerando Astaldi per l'intero 2020)

L'Ebitda adjusted è di 779,1 milioni (sarebbe 820,6 mln con Astaldi per tutto il 2020).

Il debito di Webuild è sceso a 441,9 milioni a fine 2020 da 631,4 a dicembre 2019.

Per il 2021 l'outlook prevede una crescita dei ricavi per 6,5-7,2 miliardi, coperta interamente dal backlog attuale, un recupero dell'Ebitda margin a circa 8% e una riduzione del debito netto tra 0,5-0,3 miliardi.

Inoltre si prevedono nuovi ordini, che includono quelli in cui Webuild è risultato aggiudicatario o migliore offerente, per 2,5 miliardi.

(Stefano Bernabei, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)