Italia markets close in 6 hours 38 minutes
  • FTSE MIB

    24.712,30
    -32,08 (-0,13%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • Petrolio

    63,27
    +0,14 (+0,22%)
     
  • BTC-EUR

    47.352,52
    -868,97 (-1,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.294,80
    -96,91 (-6,96%)
     
  • Oro

    1.788,80
    +8,60 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,2029
    +0,0049 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.033,49
    +0,50 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8661
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1003
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,5000
    +0,0015 (+0,10%)
     

Webuild sale in Borsa: Equita aggiorna stime in linea con i target di piano

Alessandra Caparello
·1 minuto per la lettura

In territorio positivo il titolo Webuild che al momento segna +0,92% a 1,75 euro. Dalla conference call di presentazione dei conti, il management si è detto fiducioso di raggiungere i target 2021 che godono di una buona visibilità essendo totalmente coperti a livello di fatturato dal backlog. Inoltre il contesto in Italia è adesso favorevole con 3,6 miliardi di progetti strategici assegnati a WBD sbloccati dal Governo. Il decreto Rilancio ha poi consentito a Webuild di incassare 300mn di anticipi aggiuntivi nel 2020 dai progetti in Italia. La società inoltre ha ribadito l’intenzione di entrare nel business manutenzione delle infrastrutture partendo dal mercato italiano con possibili acquisizioni di piccoli operatori specializzati. Ad oggi inoltre non ci sono state cancellazioni rilevanti di ordini e quindi la società si aspetta di recuperare l’attività sospesa nel 2020 già nel 2021. Considerando questo contesto, gli esperti di Equita hanno aggiornato le stime allineandosi a quelle del piano 2021E-23E della società che ritengono credibili alla luce dell`assenza di cancellazioni di ordini, della cassa netta a fine 2020 e del contesto supportive soprattutto in Italia. In particolare, gli analisti della Sim hanno alzato le stime di EBITDA adj. 21E/22E/23E rispettivamente del 4%/7%/7% a 539mn/617mn/665mn e stimano ora un EBITDA margin in espansione da 7.8% nel 2021E a 8.5% nel 2023E coerente con le indicazioni della società.