Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    40.383,81
    -31,63 (-0,08%)
     
  • Nasdaq

    18.013,04
    +5,48 (+0,03%)
     
  • Nikkei 225

    39.594,39
    -4,61 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0855
    -0,0038 (-0,35%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.744,06
    -1.344,62 (-2,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.359,76
    -25,49 (-1,84%)
     
  • HANG SENG

    17.469,36
    -166,52 (-0,94%)
     
  • S&P 500

    5.562,78
    -1,63 (-0,03%)
     

Wilson avverte: correzione del 10-15% imminente?

Wilson avverte: correzione del 10-15% imminente?
Wilson avverte: correzione del 10-15% imminente?


Gli investitori dovrebbero prepararsi a un terzo trimestre "instabile", poiché l'incertezza sugli utili delle aziende americane, la politica monetaria della Federal Reserve e le elezioni presidenziali negli Stati Uniti potrebbero creare la tempesta perfetta per una correzione di mercato.

Nel corso di una recente intervista, il Direttore degli investimenti di Morgan Stanley, Mike Wilson, ha affermato che il mercato dovrebbe prepararsi per una correzione del 10-15% tra ora e novembre.

Ciò significa che l'indice S&P 500 potrebbe essere vicino ai massimi del 2024. L'indice ha raggiunto il suo massimo storico venerdì scorso, in seguito alla pubblicazione di un rapporto positivo sull'occupazione negli Stati Uniti che ha entusiasmato gli investitori.

L'avvertenza di Wilson sugli utili aziendali

Le aziende con cattivi rapporti sugli utili "verranno punite", ha detto Wilson a Bloomberg Television.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il gruppo include la maggior parte delle aziende dell'S&P 500 che non sono tra le prime 50.

Questo è ciò che è successo quest'anno alla maggior parte delle aziende, al di fuori del piccolo gruppo di large-cap che ha effettivamente utili positivi. Attualmente, solo il 17% delle aziende dell'S&P 500 ha effettivamente battuto l'indice nell'ultimo mese.

La performance dell'S&P 500 viene tracciata attraverso ETF come l'SPDR S&P 500 ETF Trust (NYSE:SPY), il Vanguard S&P 500 ETF (NYSE:VOO) e l'iShares Core S&P 500 ETF (NYSE:IVV), fornendo varie opportunità di investimento nella sua performance completa.

"La media delle aziende non ha buoni risultati degli utili", ha detto Wilson.

Nonostante il mercato abbia visto una crescita degli utili aziendali quest'anno, questa crescita proviene da "30 o 40 aziende".

Le condizioni fertili per la crescita delle piccole aziende tendono a manifestarsi quando gli USA escono da una recessione. Ciò accade perché quando inizia un nuovo ciclo, i bassi tassi di interesse aprono l'accesso al capitale e le aziende guadagnano leva operativa.

Purtroppo oggi non ci troviamo in questa situazione.

Affinché le imprese più piccole possano prosperare nel panorama attuale, la Fed dovrebbe ridurre i tassi di interesse in modo "significativo" per ridurre il costo del capitale.

Secondo Wilson, il mercato del lavoro avrebbe bisogno di allentarsi, il che significa che il tasso di disoccupazione dovrebbe aumentare affinché le imprese possano assumere lavoratori a prezzi "più ragionevoli" rispetto ai loro bilanci.

Ciò porterebbe a uno scenario in cui le aziende small-cap possono recuperare il loro pricing power e migliorare i loro utili.

Tuttavia, questo per la Fed rappresenta una sfida. La banca centrale statunitense deve abbassare i tassi di interesse a un ritmo che aiuti a contrastare l'inflazione, ma anche dare abbastanza tempo alle aziende per riprendersi poiché, secondo Wilson, anche una minore inflazione danneggia le piccole aziende se non hanno accesso al capitale.

"Una cosa che viene trascurata è che ora le aziende stanno perdendo pricing power. Quindi, sebbene facciamo tutti il tifo per un'inflazione più bassa, un'inflazione più debole non è ottima per gli utili", ha detto Wilson.

Leggi anche: Ecco 2 penny stock che gli insider stanno acquistando

La possibile correzione del mercato azionario

Wilson afferma che gli investitori attualmente hanno molta più esposizione alle azioni ad alto multiplo di quanto non credano.

Le azioni ad alto multiplo sono quelle il cui valore di mercato è diverse volte superiore al loro rapporto prezzo/utile, il che significa che sono sopravvalutate.

"Se si verifica un evento imprevedibile, allora si può avere un vero reset delle valutazioni dal 10% al 15%. Penso che la possibilità di una correzione del 10% sia molto probabile tra adesso e le elezioni".

Ciò perché il mercato sta ancora aspettando di scoprire se sarà Joe Biden o Donald Trump a guidare gli Stati Uniti l'anno prossimo, il che avrà un serio impatto sui dazi per le merci importate, nonché sulla politica dell'immigrazione e altre questioni politiche chiave.

Ma l'incertezza probabilmente prevarrà per motivi diversi dalle elezioni stesse, dice Wilson.

Le aspettative su una decisione della Fed di ridurre i tassi, indipendentemente da chi vincerà le elezioni, così come l'incertezza sugli utili delle aziende, portano ad un terzo trimestre in cui il mercato potrebbe subire un colpo. Ciò potrebbe essere vero se l'incertezza spingerà gli investitori a monetizzare le valutazioni più alte prima che i prezzi delle azioni scendano.

Il lato positivo, dice l'esperto, è che prezzi delle azioni più bassi porteranno opportunità di acquisto, rendendo le valutazioni più "entusiasmanti".

Immagine di Shutterstock

Leggi anche: Tesla riserva sorprese: le scommesse perdenti degli hedge fund


Per ulteriori aggiornamenti su questo argomento, aggiungi Benzinga Italia ai tuoi preferiti oppure seguici sui nostri canali social: X e Facebook.


Ricevi informazioni esclusive sui movimenti di mercato 30 minuti prima degli altri trader

La prova gratuita di 14 giorni di Benzinga Pro ti permette di accedere ad informazioni esclusive con cui ricevere segnali di trading efficaci prima di milioni di altri trader. CLICCA QUI per iniziare la prova gratuita.

Continua a leggere su Benzinga Italia