Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.187,22
    +110,09 (+0,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0099
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,3603
    -0,0071 (-0,52%)
     

Yellen elogia leader Ue su proposta stop energia da Russia in 6 mesi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 mag. (askanews) - Il segretario di Stato al tesoro Usa, Janet Yellen ha elogiato "i leader europei per la loro proposta di abbandonare tutte le forniture di energia russe entro sei mesi". Il problema è che al momento una proposta di questo tipo da parte dell'Ue non esiste, almeno formalmente. Non c'è per la fonte di energia russa più problematica di tutte da tagliare, ovvero il gas naturale. C'è invece una proposta di questo tipo sul petrolio, l'ipotesi della Commissione è di fare a meno delle forniture russe entro fine anno, è in discussione al Consiglio Ue ma risulta bloccata dall'opposizione dell'Ungheria.

Domani la Commissione europea proporrà il suo pacchetto di misure "RePowerEu", che punta a ridurre la dipendenza dalle fonti energetiche russe il più presto possibile.

"Riconosco la solidarietà dei popoli europei nell'accettare le implicazioni di questa proposta", ha pure aggiunto Yellen durante il suo intervento in memoria di Tommaso Padoa-Schioppa, al Brussels Economic Forum. "So che l'Europa sta fronteggiando una situazione di difficoltà unica, date le infrastrutture esistenti e i contratti di forniture con la Russia sul breve termine".

Alcuni Paesi Ue con dipendenze nulle o quasi rispetto alla Russia sull'energia hanno proposto di tagliare ogni legame con Mosca. Anche l'Ucraina chiede ai Paesi Ue decisioni in tal senso. Ma farlo in pochi mesi per diverse economie significherebbe gravissimi danni e quasi certamente una immediata e pesante recessione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli