Italia markets close in 2 hours 44 minutes
  • FTSE MIB

    25.432,81
    +69,79 (+0,28%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,03 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,62 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.781,02
    +497,43 (+1,82%)
     
  • Petrolio

    73,09
    -0,86 (-1,16%)
     
  • BTC-EUR

    33.025,98
    -2.312,45 (-6,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    957,51
    +7,61 (+0,80%)
     
  • Oro

    1.813,50
    -3,70 (-0,20%)
     
  • EUR/USD

    1,1889
    +0,0014 (+0,12%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    26.235,80
    +274,77 (+1,06%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.111,26
    +21,96 (+0,54%)
     
  • EUR/GBP

    0,8549
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,0761
    +0,0019 (+0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,4806
    +0,0005 (+0,04%)
     

A New York l'anti-amazon di quartiere

·2 minuto per la lettura

L'obiettivo è quello di offire “ai newyorkesi un'alternativa ai grandi rivenditori online (Amazon, ecc.). I newyorkesi ottengono la consegna in giornata dai negozi di tutta New York. Il movimento shopIN aiuta a mantenere forti i nostri quartieri, restituisce denaro alla comunità, promuove la sostenibilità a New York e fornisce opzioni senza sfruttamento sia per i negozi che per i professionisti delle consegne”.

Nel corso del tempo, ShopIN.nyc si è strutturata come una società con sede a New York che fa parte di un gruppo in crescita di aziende e organizzazioni che si posizionano in contrapposizione ad Amazon e agli altri big di settore. Per unire le piccole imprese che hanno perso vendite e margini a causa dell'ingresso sul mercato dei giganti ecommerce. La fondatrice Maya Komerov voleva creare un'impresa che aiutasse le persone: prima di Shop IN, aveva una startup tecnologica che vendeva software in Israele, sua terra d'origine, poi ha fondato la comunità anche se la pandemia ha rallentato di parecchio la possibilità per le persone di accedere ai negozi di zona. Così, Shop IN ha cominciato a organizzare il servizio di consegne a domicilio attraverso autisti propri e mantenendo i negozi coinvolti in aree ristrette e compatte così che i conducenti potessero ritirare gli articoli senza dovere guidare per mezza città e mantenere tempi di consegna rapidi. Man mano che altre aziende si univano, venivano costruiti nuovi itinerari, prima a Brooklyn, poi a Manhattan e presto anche negli altri distretti.

Circa 100 negozi attualmente iscritti, la piattaforma vende di tutto, dalle forniture per animali domestici al libri, dagli articoli per la casa a ogni tipo di abbigliamento. Anche se i costi non possono per forza essere i più competitivi. Il confronto con Amazon e le altre grandi piattaforme di business non passa dall'economicità dei prodotti che non può essere certo garantita dai negozi di quartiere, ma la fondatrice è convinta che le persone siano più interessate a sostenere le attività locali piuttosto che a guerreggiare sulle piccole differenze di prezzo tra un fornitore e l'altro. Sicuramente una soluzione attiva sul territorio offre molto spunti per sviluppare al meglio le iniziative e le peculiarità delle attività commerciali; Shop IN punta per esempio a coinvolgere gli chef di zona così che possano condividere alcune delle loro ricette preferite e rendere facilmente accessibili ai clienti gli ingredienti per prepararle acquistandoli dai negozi di zona. Quando fai acquisti online, inoltre, puoi anche iscriverti al programma e donare l'1% di tutti gli acquisti a una scuola di zona di tua scelta. Questo per continuare a costruire il senso di una comunità, così sfibrata dalla pandemia e dai nuovi meccanismi commerciali ultra globali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli