Italia Markets closed

Zampini (Ansaldo Energia): mantenere in Italia industria acciaio

Fos

Genova, 9 nov. (askanews) - "Forse Genova e Novi Ligure potrebbero trovare soluzioni al problema ricorrendo ad acciaio primario proveniente dall'estero, ma non funziona per chi è innamorato dell'industria italiana. Dobbiamo mantenere una strategia industriale dell'acciaio primario in Italia, altrimenti diventeremo un Paese soggetto al controllo di altri". Lo ha detto Giuseppe Zampini, presidente di Confindustria Liguria e di Ansaldo Energia, parlando del caso ex Ilva a margine del Forum della Piccola Impresa.

"Il sistema industriale - ha aggiunto - non può vivere se vi è un corpo rilevante nel suo tessuto che non produce e mi auguro che il problema possa essere risolto. Non so come, visto che in molti, più importanti di me, non hanno ancora un'idea. Vent'anni fa - ha ricordato Zampini - in molti credevano che Ansaldo Energia non si sarebbe rialzata perché, senza licenze, non saremmo andati ovunque".

"Oggi - ha concluso il presidente di Confindustria Liguria e di Ansaldo Energia - qui a dire esattamente il contrario: per fare le cose serve una visione, la tenacia e il cuore, oltre alle competenze: ce l'abbiamo o non ce l'abbiamo? Un Paese che negli ultimi dieci anni ha un Pil che si muove dello zero virgola è malato o sta bene? Dobbiamo fare politica di visione in cui l'acciaio è una parte fondamentale".